venerdì 11 novembre 2016

Prelievi dell'acqua si pozzo -PFAS-




















 In primavera abbiamo portato questa mozione chiedendo al sindaco di fare controlli approffonditi sui pozzi e relative falde acquifere per tranquillizzare la cittadinanza sul tema"INQUINAMENTO DA PFAS" che sta interessando il veronese e il vicentino, con ad oggi un unico comune del padovano interessato: Montagnana.
La mozione fu bocciata  con la motivazione che siamo distanti dai luoghi inquinati, che Etra già garantisce il controllo dei valori sull'acqua ( di rubinetto) e che i costi sono troppo alti per farsene carico.
Bene, congiuntamente ad altri gruppi M5S dei territori a noi confinanti, abbiamo fatto fare NOI  un controllo.  E' vero che i costi sono  elevati e abbiamo potuto effettuare due soli prelievi, sia su rubinetto che su pozzo, in zona Cadoneghe, che è come noi servita da Etra e i risultati sono negativi, non hanno trovato sostanze inquinanti. Capirete anche voi però che due prelievi su due pozzi non garantiscono niente, infatti in una zona del vicentino, la piu' ampiamente coinvolta, su decine di pozzi analizzati solo una parte  (molti) è risultata inquinata ed altri no. I motivi interessano le tante variabili dei percorsi di acqua di falda. 
Con ciò non vogliamo creare allarmismi, semmai vogliamo e chiediamo sempre chiarezza e trasparenza dalle istituzioni. 
Il tema PFAS del Veneto è solo all'inizio, ogni giorno le notizie si aggiornano su questo tema gravissimo che ha oltretutto una storia di 40 anni di silenzi.
Ne va della salute di tutti noi, la catena alimentare legata all'inquinamento acquifero arriva comunque sui nostri piatti. Informiamoci tutti.





Videosorveglianza cimiteri 2014>2018

MEGLIO TARDI CHE MAI, questo detto è sempre valido caro sindaco. Non so se qualcuno si ricorda che il 28 aprile del 2014, oltre 4 anni ...