giovedì 2 giugno 2016

Question Time a Saonara, si o no?

Il M5S cerca di far capire alle amministrazioni comunali l'importanza del dialogo tra essa e i cittadini, chiedendo in vari modi una vera apertura al confronto. Uno di questi è nellaproposta del "Question Time", di cui vi alleghiamo il testo, che vi preghiamo di leggere attentamente e dirci cosa ne pensate.


                                                                                     Al Sindaco di Saonara Walter Stefan
                                                              e p.c. a tutti i consiglieri del comune di Saonara

Mozione “Question Time”

PREMESSO CHE

-     La partecipazione del cittadino alla vita democratica è un principio che discende direttamente dal diritto di sovranità popolare e dal diritto di cittadinanza, riaffermato dalla normativa europea. Alcune azioni dell’Unione Europa sostengono la partecipazione diretta dei cittadini e la massima trasparenza nelle comunicazioni tra pubblica amministrazione e cittadini. Il principio della partecipazione attiva e della trasparenza dell’azione amministrativa sancisce quattro diritti fondamentali: il diritto all'accesso, il diritto all'informazione, il diritto alla formazione, il diritto alla partecipazione. La Legge 7 giugno 2000, n. 150, nel disciplinare le attività di informazione e di comunicazione delle pubbliche amministrazioni, ha riconosciuto il diritto di accesso del cittadino all’azione amministrativa anche attraverso il ricorso agli istituti della concertazione e della partecipazione attiva;
-     L’azione della pubblica amministrazione è rivolta a perseguire l’interesse generale della Comunità, agendo attraverso l’esercizio del potere in modo trasparente: si parla di finalizzazione dell’agire pubblico. Trasparenza e partecipazione sono i pilastri basilari delle regole di condotta della pubblica amministrazione, consentendo alla parte privata, il cittadino, di comprendere appieno le decisioni adottate, confermando la tendenziale coincidenza tra obiettivi perseguiti e utilizzo del potere conferito dalla legge. L’attività amministrativa viene, dunque, a regolamentarsi nel pieno rispetto del cittadino, in un rapporto di parità e di scambio partecipativo, dovendo limitare il suo potere in relazione ai principi di correttezza e buona fede;
-     Il M5S Saonara intende proporre e perseguire le sopracitate finalità anche utilizzando lo strumento della partecipazione attiva del cittadino, cosciente che, attraverso le sollecitazioni dei cittadini, si raggiungono obiettivi condivisi.

CONSIDERATO CHE

-     In attuazione dei principi di Partecipazione del Cittadino alla vita pubblica della propria comunità, riteniamo opportuno introdurre uno strumento nuovo definito “Question Time”;
-     Il Question Time ha la finalità di consentire ai Cittadini di esporre domande (interrogazioni) inerenti questioni di pubblica utilità, al Sindaco, ai componenti della Giunta Comunale, al Presidente del Consiglio, ai Presidenti delle Commissioni Consiliari, ciascuno per la propria competenza rispetto all’oggetto della richiesta secondo le modalità stabilite da apposito regolamento. Può essere esteso anche a quesiti verso rappresentanti delle minoranze sul loro operato;
-      I soggetti beneficiari che possono partecipare al Question Time sono coloro i quali abbiano compiuto il sedicesimo anno d'età e che siano:
-     1) residenti nel territorio del Comune di Saonara
-     2) non residenti, ma esercitano stabilmente nel Comune la propria attività    di lavoro o di studio. Sono esclusi dal diritto di partecipazione al Question Time i consiglieri comunali, i quali utilizzano, invece, lo strumento delle interrogazioni ed interpellanze durante le sedute del Consiglio Comunale;
-     L’oggetto del Question Time sono interrogazioni formulate su qualsivoglia argomento che abbia attinenza con la pubblica utilità, fatta eccezione per tutte quelle materie e/o casi trattati dalla magistratura o comunque per tutte quelle materie su cui è sospeso un giudizio da parte dell’autorità giudiziaria e nel rispetto delle norme a tutela della Privacy. Non sono ammesse interrogazioni su argomenti già trattati da sedute di Question Time precedenti, ad eccezione dei casi di aggiornamento riguardanti particolari iter esecutivi;
-     I destinatari delle domande dei cittadini e presentazione delle interrogazioni sono il Sindaco, i componenti della Giunta Comunale, il Presidente del Consiglio, i Presidenti delle Commissioni Consiliari, ciascuno per la propria competenza rispetto all’oggetto della richiesta, i quali hanno l’obbligo di rispondere entro i limiti e nei modi stabiliti dall’apposito  regolamento. Come su proposto potrebbero essere destinatari anche i consiglieri di minoranza per quesiti riguardanti il loro operato in consiglio comunale;
-     Le interrogazioni vanno trattate seguendo l’ordine cronologico di presentazione. L'ufficio di presidenza riceve e valuta le interrogazioni presentate dai cittadini ed elabora specifica motivazione scritta per le interrogazioni escluse dalla trattazione. Il Presidente del Consiglio durante la seduta renderà note tali motivazioni. Sono escluse automaticamente le interrogazioni che trattino di fatti privati o personali di uno dei destinatari o che esulino dalle competenze del destinatario stesso;
-     Le interrogazioni vanno presentate almeno una settimana prima della convocazione del question time. Le interrogazioni che non verranno presentate entro tale limite, saranno discusse nella seduta successiva. Non saranno ritenute valide eventuali interrogazioni presentate durante lo svolgimento della seduta. Le richieste di interrogazione che non riportano nessun destinatario si intendono indirizzate al Sindaco, il quale ha facoltà di delegare un componente della Giunta Comunale per fare le sue veci o formulare risposta scritta di cui verrà data lettura dal Presidente del Consiglio;
-     La modalità di partecipazione e la tempistica riservata al Question Time va disciplinata con apposito regolamento che siamo disponibili a proporre in bozza e che potrà essere valutato e modificato nella apposita commissione regolamenti;
-     La modalità di svolgimento della seduta del Question Time sarà anch’essa regolamentata prevedendola o all’inizio della seduta consiliare o a metà della stessa. Ci sembra opportuno non riservarla alla fine della seduta consiliare.


TUTTO CIO’ PREMESSO
CHIEDIAMO

Che Il Consiglio Comunale impegni il Sindaco e la Giunta a:
1.   Introdurre il cosiddetto “QUESTION TIME” a Saonara, dalle caratteristiche democratiche e tecniche sommariamente descritte nelle premesse e nelle considerazioni sopra riportate, entro il ragionevole tempo tecnico necessario alla discussione, alla condivisione e alla redazione di apposito regolamento, tempo tecnico che noi valutiamo in 6 mesi (ma naturalmente siamo disponibili a valutare controproposte);

Il M5SSaonara, come già dichiarato sopra, si rende disponibile alla collaborazione e partecipazione nell’iter organizzativo e deliberativo del necessario regolamento.

Si chiede infine che la mozione in oggetto venga discussa e messa ai voti durante il prossimo Consiglio Comunale.

Consigliere Comunale Omero Badon

Nessun commento:

Posta un commento

Stiamo aspettando le tue considerazioni, i tuoi consigli, le tue proposte: scrivici, o vieni ai nostri incontri!

Ente Moscon News

Dopo un lungo periodo di calma, sembra che il vecchio CDA abbia dato un colpo di coda,  indicando al”NUOVO” il percorso da fare. Natur...