giovedì 2 giugno 2016

Analizziamo la nostra acqua? Mozione

Il M5SSaonara sull'onda dello scandalo PFAS nel Veneto, pur non toccando il nostro territorio ( si spera) chiede all'amministrazione di effettuare dei controlli approfonditoi con la mozione che vi alleghiamo.


                                                               MOZIONE : 

OGGETTO: ANALISI DELLE ACQUE DI FALDA E SUPERFICIE, PUBBLICAZIONE DEI RISULTATI

PREMESSO CHE:
  • -  Il sindaco è il primo garante della salute dei cittadini del proprio comune
  • -  Che la salute dei cittadini passa anche attraverso l’informazione degli stessi sulle condizioni di inquinamento del proprio territorio
  • -  rientra tra i compiti di un ente locale quello di tutelare l’ambiente, la qualità urbana e di vigilare sull’applicazione delle leggi a salvaguardia della salubrità collettiva, diviene pertanto doveroso convergere verso le inequivocabili necessità dei cittadini che oggi qui si rappresentano;
    CONSIDERATO CHE:
    • -  Il Comune di Saonara ha una forte concentrazione di terreni agricoli e/o molti destinati al vivaismo, per tale attività che, come è noto, si utilizzano prodotti chimici per curare le malattie delle piante e per la concimazione;
    • -  Per l’irrigazione dei campi /terreni viene utilizzata acqua di pozzo prelevata dalle falde che in abbondanza si trovano nel territorio Saonarese;
    • -  Non si è a conoscenza se e quando si sono effettuate analisi delle acque di falda/pozzi con cui vengono irrigati i campi che vengono coltivati per la produzione di alimenti per il consumo umano/animale;
    • -  Qualora i risultati rivelassero un inquinamento delle falde da agenti chimici il rischio può causare seri danni alla salute pubblica, in quanto nella zona in argomento, come sopra esposto ed è noto, che quasi tutti i residenti usano irrigare orti, giardini e/o dissetare animali domestici con l’acqua emunta dal sottosuolo.
    • -  Visti gli ultimi avvenimenti sull’inquinamento delle falde acquifere nel veneto (pfsa, glisofolfati, ecc..)
      TUTTO CIO’ PREMESSO E CONSIDERATO IMPEGNA IL SINDACO E LA GIUNTA
      • -  A far eseguire direttamente o attraverso gli enti preposti (ARPAV, USL, Laboratori di analisi, etc) periodicamente, con frequenza non superiore ai 12 mesi e comunque ogni qual volta la situazione lo richieda (es: accidentale sversamento di sostanze chimiche impattanti, apertura di siti industriali a rischio ecologico, segnalazioni di criticità provenienti da cittadini), analisi chimico-fisiche e biologiche, tali da avere un quadro complessivo delle caratteristiche dell’acqua e della presenza o assenza di ogni possibile inquinante sulle acque sotterranee e superficiali, in modo da ottenere una risultanza complessiva sullo stato delle stesse nell’intero territorio comunale.
      • -  Far ricercare con le analisi glifosati, IPA (idrocarburi policiclici aromatici), PCB (policlorobifenili) e la determinazione qualitativa di diossina
      • -  A rendere fruibili alla cittadinanza i risultati delle analisi di acque superficiali, sotterranee e destinate al consumo umano, attraverso pubblicazione (in formato open data) (*****) in un’apposita sezione del sito del comune. Le tabelle dovranno riportare anche i valori limite imposti dalla legge per ogni analita (ogni sostanza ricercata dall'analisi chimica).
      • -  A comunicare i risultati all’assessorato all’ambiente della regione Veneto
      • -  A farsi portavoce verso l’assessorato all’ambiente della regione Veneto affinché si prendano provvedimenti anche a livello regionale qualora vi siano valori fuori norma.
      • - Nel caso le analisi presentassero valori oltre il limite, comunicare tempestivamente alla cittadinanza, sia sul sito web del comune che con ogni altro mezzo, le modalità per evitare o prevenire problematiche che possano pregiudicare la salute pubblica.
      • -  Qualora non fossero presenti prevedere dei pozzi piezometrici, necessari per le analisi di falda. 

        Consigliere Comunale Omero Badon

Nessun commento:

Posta un commento

Stiamo aspettando le tue considerazioni, i tuoi consigli, le tue proposte: scrivici, o vieni ai nostri incontri!

Ente Moscon News

Dopo un lungo periodo di calma, sembra che il vecchio CDA abbia dato un colpo di coda,  indicando al”NUOVO” il percorso da fare. Natur...