mercoledì 22 giugno 2016

Fusione dei comuni: Voi che ne pensate?



Prima o poi i piccoli comuni dovranno accorparsi con altri limitrofi.
Corre voce che anche Saonara strizza l’occhio a Ponte S.Nicolò-Legnaro-Polverara,probabilmente il capofila potrebbe essere Ponte S.Nicolò.
Secondo Noi una fusione di Saonara –S.Angelo-Vigonovo, sarebbe più congeniale, un’area più omogeneae vicina, molte strade confinano e due frazioni ( Celeseo e Tombelle ) sarebbero unite, la popolazione dei tre comuni è pressoché identica e non ci sarebbero prevaricazioni.
Forse l’incognita Vigonovo che attualmente è in provincia di Venezia, ma anche le province ormai sono destinate a scomparire, quindi si dovrebbe spianare la strada.
I benefici economici sarebbero notevoli, quelli culturali pure, i campanilismi saranno relegati a vecchie memorie.
Una scelta così importante a nostro avviso dovrebbe essere presa da tutta la cittadinanza esprimendosi in un referendum comunale e non direttamente dall’amministrazione in carica.
Cittadini cosa ne pensate? Fate uno sforzo ed esprimete un vostro parere, non
pensate di non contare nulla: l’unione fa la forza
M5SSaonara

lunedì 20 giugno 2016

M5S ai ballottaggi

ECCO I 19 NUOVI SINDACI DEL M5S.
PER UN PELO NON ABBIAMO FATTO L'EN PLEIN.
IN PRIMIS VA EVIDENZIATO IL GRANDE SUCCESSO DI ROMA E TORINO.
E' UNA VITTORIA STORICA CHE CAMBIERÀ PROFONDAMENTE LA POLITICA ITALIANA. HANNO VINTO I CITTADINI, L'ONESTÀ, LA TRASPARENZA E LA COMPETENZA.

domenica 12 giugno 2016

NON CI SONO SOLDI

CERCASI SENSIBILITA'
Forse abbiamo perso il senso della vita sociale. Evidenziamo alcuni esempi:
  • L'adesione alla carta della fondazione CITTA' DELLA SPERANZA si è concretizzata con un micro contributo annuo di 300 €
  • Le richieste di analisi sulle falde acquifere, su quelle di superficie del nostro territorio e la richiesta di apporre delle centraline per il monitoraggio della qualità dell'aria che respiriamo NON sono state accettate
  • Le strade del nostro comune sembrano degli autodromi. NO agli autovelox, NO ai dissuasori di velocità, NO alla presenza più capillare dei vigili
  • La soluzione ai frequenti problemi di allagamento di alcune zone del paese implica una spesa di 138.000,00 €. Peccato che allo stato attuale sono stati stanziati 70.000 €, di cui 50.000 € con contributo regionale e 20.000 € stanziati dal Comune. E il resto?
La risposta alle nostre richieste è sempre la stessa: "non ci sono soldi". 
Mentre per altri temi, i soldi ci sono. Alcuni esempi:
  • onorari avvocati 
  • video di Saonara
  • serate Jazz 
  • nuova sala consigliare e via dicendo
  • contributi proloco ( se volete verificare andate sul sito del comune> delibere>cerca>pro loco)
Un'ultima cosa: nel bilancio comunale vi è un utile di oltre 400.000 €. 
Ma per la salute pubblica, per la sicurezza stradale e la solidarietà sociale..  " non ci sono soldi ".

M5SSAONARA 

giovedì 2 giugno 2016

Analizziamo la nostra acqua? Mozione

Il M5SSaonara sull'onda dello scandalo PFAS nel Veneto, pur non toccando il nostro territorio ( si spera) chiede all'amministrazione di effettuare dei controlli approfonditoi con la mozione che vi alleghiamo.


                                                               MOZIONE : 

OGGETTO: ANALISI DELLE ACQUE DI FALDA E SUPERFICIE, PUBBLICAZIONE DEI RISULTATI

PREMESSO CHE:
  • -  Il sindaco è il primo garante della salute dei cittadini del proprio comune
  • -  Che la salute dei cittadini passa anche attraverso l’informazione degli stessi sulle condizioni di inquinamento del proprio territorio
  • -  rientra tra i compiti di un ente locale quello di tutelare l’ambiente, la qualità urbana e di vigilare sull’applicazione delle leggi a salvaguardia della salubrità collettiva, diviene pertanto doveroso convergere verso le inequivocabili necessità dei cittadini che oggi qui si rappresentano;
    CONSIDERATO CHE:
    • -  Il Comune di Saonara ha una forte concentrazione di terreni agricoli e/o molti destinati al vivaismo, per tale attività che, come è noto, si utilizzano prodotti chimici per curare le malattie delle piante e per la concimazione;
    • -  Per l’irrigazione dei campi /terreni viene utilizzata acqua di pozzo prelevata dalle falde che in abbondanza si trovano nel territorio Saonarese;
    • -  Non si è a conoscenza se e quando si sono effettuate analisi delle acque di falda/pozzi con cui vengono irrigati i campi che vengono coltivati per la produzione di alimenti per il consumo umano/animale;
    • -  Qualora i risultati rivelassero un inquinamento delle falde da agenti chimici il rischio può causare seri danni alla salute pubblica, in quanto nella zona in argomento, come sopra esposto ed è noto, che quasi tutti i residenti usano irrigare orti, giardini e/o dissetare animali domestici con l’acqua emunta dal sottosuolo.
    • -  Visti gli ultimi avvenimenti sull’inquinamento delle falde acquifere nel veneto (pfsa, glisofolfati, ecc..)
      TUTTO CIO’ PREMESSO E CONSIDERATO IMPEGNA IL SINDACO E LA GIUNTA
      • -  A far eseguire direttamente o attraverso gli enti preposti (ARPAV, USL, Laboratori di analisi, etc) periodicamente, con frequenza non superiore ai 12 mesi e comunque ogni qual volta la situazione lo richieda (es: accidentale sversamento di sostanze chimiche impattanti, apertura di siti industriali a rischio ecologico, segnalazioni di criticità provenienti da cittadini), analisi chimico-fisiche e biologiche, tali da avere un quadro complessivo delle caratteristiche dell’acqua e della presenza o assenza di ogni possibile inquinante sulle acque sotterranee e superficiali, in modo da ottenere una risultanza complessiva sullo stato delle stesse nell’intero territorio comunale.
      • -  Far ricercare con le analisi glifosati, IPA (idrocarburi policiclici aromatici), PCB (policlorobifenili) e la determinazione qualitativa di diossina
      • -  A rendere fruibili alla cittadinanza i risultati delle analisi di acque superficiali, sotterranee e destinate al consumo umano, attraverso pubblicazione (in formato open data) (*****) in un’apposita sezione del sito del comune. Le tabelle dovranno riportare anche i valori limite imposti dalla legge per ogni analita (ogni sostanza ricercata dall'analisi chimica).
      • -  A comunicare i risultati all’assessorato all’ambiente della regione Veneto
      • -  A farsi portavoce verso l’assessorato all’ambiente della regione Veneto affinché si prendano provvedimenti anche a livello regionale qualora vi siano valori fuori norma.
      • - Nel caso le analisi presentassero valori oltre il limite, comunicare tempestivamente alla cittadinanza, sia sul sito web del comune che con ogni altro mezzo, le modalità per evitare o prevenire problematiche che possano pregiudicare la salute pubblica.
      • -  Qualora non fossero presenti prevedere dei pozzi piezometrici, necessari per le analisi di falda. 

        Consigliere Comunale Omero Badon

Question Time a Saonara, si o no?

Il M5S cerca di far capire alle amministrazioni comunali l'importanza del dialogo tra essa e i cittadini, chiedendo in vari modi una vera apertura al confronto. Uno di questi è nellaproposta del "Question Time", di cui vi alleghiamo il testo, che vi preghiamo di leggere attentamente e dirci cosa ne pensate.


                                                                                     Al Sindaco di Saonara Walter Stefan
                                                              e p.c. a tutti i consiglieri del comune di Saonara

Mozione “Question Time”

PREMESSO CHE

-     La partecipazione del cittadino alla vita democratica è un principio che discende direttamente dal diritto di sovranità popolare e dal diritto di cittadinanza, riaffermato dalla normativa europea. Alcune azioni dell’Unione Europa sostengono la partecipazione diretta dei cittadini e la massima trasparenza nelle comunicazioni tra pubblica amministrazione e cittadini. Il principio della partecipazione attiva e della trasparenza dell’azione amministrativa sancisce quattro diritti fondamentali: il diritto all'accesso, il diritto all'informazione, il diritto alla formazione, il diritto alla partecipazione. La Legge 7 giugno 2000, n. 150, nel disciplinare le attività di informazione e di comunicazione delle pubbliche amministrazioni, ha riconosciuto il diritto di accesso del cittadino all’azione amministrativa anche attraverso il ricorso agli istituti della concertazione e della partecipazione attiva;
-     L’azione della pubblica amministrazione è rivolta a perseguire l’interesse generale della Comunità, agendo attraverso l’esercizio del potere in modo trasparente: si parla di finalizzazione dell’agire pubblico. Trasparenza e partecipazione sono i pilastri basilari delle regole di condotta della pubblica amministrazione, consentendo alla parte privata, il cittadino, di comprendere appieno le decisioni adottate, confermando la tendenziale coincidenza tra obiettivi perseguiti e utilizzo del potere conferito dalla legge. L’attività amministrativa viene, dunque, a regolamentarsi nel pieno rispetto del cittadino, in un rapporto di parità e di scambio partecipativo, dovendo limitare il suo potere in relazione ai principi di correttezza e buona fede;
-     Il M5S Saonara intende proporre e perseguire le sopracitate finalità anche utilizzando lo strumento della partecipazione attiva del cittadino, cosciente che, attraverso le sollecitazioni dei cittadini, si raggiungono obiettivi condivisi.

CONSIDERATO CHE

-     In attuazione dei principi di Partecipazione del Cittadino alla vita pubblica della propria comunità, riteniamo opportuno introdurre uno strumento nuovo definito “Question Time”;
-     Il Question Time ha la finalità di consentire ai Cittadini di esporre domande (interrogazioni) inerenti questioni di pubblica utilità, al Sindaco, ai componenti della Giunta Comunale, al Presidente del Consiglio, ai Presidenti delle Commissioni Consiliari, ciascuno per la propria competenza rispetto all’oggetto della richiesta secondo le modalità stabilite da apposito regolamento. Può essere esteso anche a quesiti verso rappresentanti delle minoranze sul loro operato;
-      I soggetti beneficiari che possono partecipare al Question Time sono coloro i quali abbiano compiuto il sedicesimo anno d'età e che siano:
-     1) residenti nel territorio del Comune di Saonara
-     2) non residenti, ma esercitano stabilmente nel Comune la propria attività    di lavoro o di studio. Sono esclusi dal diritto di partecipazione al Question Time i consiglieri comunali, i quali utilizzano, invece, lo strumento delle interrogazioni ed interpellanze durante le sedute del Consiglio Comunale;
-     L’oggetto del Question Time sono interrogazioni formulate su qualsivoglia argomento che abbia attinenza con la pubblica utilità, fatta eccezione per tutte quelle materie e/o casi trattati dalla magistratura o comunque per tutte quelle materie su cui è sospeso un giudizio da parte dell’autorità giudiziaria e nel rispetto delle norme a tutela della Privacy. Non sono ammesse interrogazioni su argomenti già trattati da sedute di Question Time precedenti, ad eccezione dei casi di aggiornamento riguardanti particolari iter esecutivi;
-     I destinatari delle domande dei cittadini e presentazione delle interrogazioni sono il Sindaco, i componenti della Giunta Comunale, il Presidente del Consiglio, i Presidenti delle Commissioni Consiliari, ciascuno per la propria competenza rispetto all’oggetto della richiesta, i quali hanno l’obbligo di rispondere entro i limiti e nei modi stabiliti dall’apposito  regolamento. Come su proposto potrebbero essere destinatari anche i consiglieri di minoranza per quesiti riguardanti il loro operato in consiglio comunale;
-     Le interrogazioni vanno trattate seguendo l’ordine cronologico di presentazione. L'ufficio di presidenza riceve e valuta le interrogazioni presentate dai cittadini ed elabora specifica motivazione scritta per le interrogazioni escluse dalla trattazione. Il Presidente del Consiglio durante la seduta renderà note tali motivazioni. Sono escluse automaticamente le interrogazioni che trattino di fatti privati o personali di uno dei destinatari o che esulino dalle competenze del destinatario stesso;
-     Le interrogazioni vanno presentate almeno una settimana prima della convocazione del question time. Le interrogazioni che non verranno presentate entro tale limite, saranno discusse nella seduta successiva. Non saranno ritenute valide eventuali interrogazioni presentate durante lo svolgimento della seduta. Le richieste di interrogazione che non riportano nessun destinatario si intendono indirizzate al Sindaco, il quale ha facoltà di delegare un componente della Giunta Comunale per fare le sue veci o formulare risposta scritta di cui verrà data lettura dal Presidente del Consiglio;
-     La modalità di partecipazione e la tempistica riservata al Question Time va disciplinata con apposito regolamento che siamo disponibili a proporre in bozza e che potrà essere valutato e modificato nella apposita commissione regolamenti;
-     La modalità di svolgimento della seduta del Question Time sarà anch’essa regolamentata prevedendola o all’inizio della seduta consiliare o a metà della stessa. Ci sembra opportuno non riservarla alla fine della seduta consiliare.


TUTTO CIO’ PREMESSO
CHIEDIAMO

Che Il Consiglio Comunale impegni il Sindaco e la Giunta a:
1.   Introdurre il cosiddetto “QUESTION TIME” a Saonara, dalle caratteristiche democratiche e tecniche sommariamente descritte nelle premesse e nelle considerazioni sopra riportate, entro il ragionevole tempo tecnico necessario alla discussione, alla condivisione e alla redazione di apposito regolamento, tempo tecnico che noi valutiamo in 6 mesi (ma naturalmente siamo disponibili a valutare controproposte);

Il M5SSaonara, come già dichiarato sopra, si rende disponibile alla collaborazione e partecipazione nell’iter organizzativo e deliberativo del necessario regolamento.

Si chiede infine che la mozione in oggetto venga discussa e messa ai voti durante il prossimo Consiglio Comunale.

Consigliere Comunale Omero Badon

Videosorveglianza cimiteri 2014>2018

MEGLIO TARDI CHE MAI, questo detto è sempre valido caro sindaco. Non so se qualcuno si ricorda che il 28 aprile del 2014, oltre 4 anni ...