martedì 5 gennaio 2016

I rimedi allo smog di Saonara

Se prendiamo in considerazione l'articolo c'è da sorridere vista la tempestività del nostro primo cittadino nel correre ai ripari con questa ordinanza che fa sorridere.
 Il blocco lungo le strade dei veicoli non catalizzati o dei veicoli a gasolio euro 0 - 1 - 2 e dei motoveicoli e ciclomotori a 2 tempi immatricolati prima del 2000 fa sorridere visto che non valgono per la zona artigianale, per la tangenziale e per via Mazzini vicino all'area del capolinea del bus n°15.....sembrerebbe quasi che questi veicoli in questi tratti di strada non inquinino, caspita questa si che è una scoperta scientifica di vero rilievo, per non parlare poi dell'abbassamento della temperature nelle abitazioni che senz'altro  può e deve essere fatto. Se poi valutiamo la riduzione di due ore di riscaldamento nelle abitazioni trovo veramente difficile che le forze dell' ordine per quanto efficienti siano, riescano a mettere in campo controlli a tappeto per la verifica continua di questa ordinanza. Forse sarebbe il caso di incentivare costruzioni in classe A+ o casa clima, aumentare le piste ciclabili per permettere di usare meno l'auto almeno per i piccoli spostamenti,( facciamo notare che chi dal nostro territorio vuole raggiungere la z.i. per lavoro ora ha un nuovo cavalcavia senza un percorso in sicurezza per le bici....una vera vergogna) ma come sempre ci dimentichiamo di guardare in faccia la realta o per lo meno per non vederla ci giriamo dall' altra parte senza puntare il dito contro ciò che ci avvelena tutti i giorni dell' anno e non a caso da tantissimi anni non vengono fatte misurazioni nel territorio del comune per la qualità dell'aria che noi chiediamo a gran voce da almeno un' anno ( vedi mozione aria di un anno fa e approvata in aprile 2015)  e che anche in dicembre, all'ultimo consiglio comunale, con un'interrogazione su cosa si era portato avanti non abbiamo avuto risposte soddisfacenti. 
Se non ricordo male le ultime rilevazioni sono state fatte nel lontano 2006. I problemi sono sotto gli occhi di tutti e si chiamano acciaierie venete ed inceneritore, tangenziale, autostrada ...
Della serie: Per fortuna ha piovuto!!! Dall'aria agli orti!

2 commenti:

  1. Condivido in pieno quanto scritto, non è certo il blocco delle auto (e vorrei fare un censimento di quante auto ci sono euro 0-1-2) che l'inquinamento viene ridotto. Le polveri sottili si depositano a terra e senza pioggia rimangono lì e continuano a depositarsi. Per eliminare il problema basterebbe il lavaggio delle strade (come avveniva una volta).
    E ripeto il problema principale non sono nè le auto nè il riscaldamento ma come avete scritto inceneritore, acciaierie, tangenziale autostrada, diserbanti, pesticidi, ecc. ecc..
    Cittadini è ora di svegliarsi e non di continuare a "bere" ogni cosa che ci viene proposta "per il nostro bene" è ora di cominciare a farsi qualche domanda e a documentarsi...ah! scusate costa fatica fare tutto ciò!
    Tania

    RispondiElimina
  2. Tutto vero; purtroppo fuori dei confini del nostro comune (acciaierie tangenziali autostrade) o riguardo infrastrutture sovracomunali, l'azione del singolo sindaco diventa nulla. Ci deve essere una unione d'intenti tra sindaci

    RispondiElimina

Stiamo aspettando le tue considerazioni, i tuoi consigli, le tue proposte: scrivici, o vieni ai nostri incontri!

Ente Moscon News

Dopo un lungo periodo di calma, sembra che il vecchio CDA abbia dato un colpo di coda,  indicando al”NUOVO” il percorso da fare. Natur...