giovedì 26 marzo 2015

Petizione Mercato Saonara

OGGETTO: Petizione per il mantenimento dei posteggi isolati al sabato nel comune di Saonara piazza Borgato Soti- posteggio per frutta/verdura il mattino e formaggio salumi il pomeriggio


PRESO ATTO della deliberazione di giunta numero 1 del 08/01/2015 con la quale è stata approvata la procedura di assegnazione dei vari posteggi per i mercati del Comune di Saonara e che i posteggi in oggetto specificati non rientrano nel nuovo piano di assegnazione;

Considerato che i mercati settimanali del Comune sono e devono essere in primis un servizio per e ai cittadini, che anche per questi servizi pagano le tasse;

Presento questa petizione per chiedere in nome e per conto dei cittadini che ci hanno interpellato per portare le loro richieste e le loro firme (circa 300) affinche un servizio che da oltre 25 anni funziona non venga a mancare.

I cittadini non vogliono che i due posteggi del sabato a Saonara vengano soppressi, primo per non perdere la qualità del servizio e dei prodotti forniti e soprattutto perché chi lavora tutta la settimana non può certo prendersi ferie per andare al mercato al mercoledì mattina.

Ritengo che questa amministrazione debba tenere conto delle richieste dei propri cittadini, almeno a posteriori, visto che prima di qualsiasi decisione che li riguarda non vengono mai interpellati.

Certo della sensibilità di questa amministrazione per la soddisfazione delle esigenze dei cittadini, allego le firme raccolte e chiedo a nome e per conto degli stessi che venga rivista la decisione della soppresssione dei due banchi al sabato in piazza Borgato Soti di Saonara.


Cordiali Saluti.
Omero Badon






mercoledì 11 marzo 2015

Esposto alla Corte dei Conti :4.000€ spese legali












Il MoVimento5StelleSaonara ha deciso di procedere con un esposto per avere chiarezza sulle delibere di giunta che approvano la spesa di 4.000€ per le spese legali a tutela dei dipendenti comunali indagati per il concorso di geometra.
 Altre Info

Spett.le
Procura Regionale
Corte dei Conti
Venezia

Il sottoscritto Omero BADON, consigliere comunale nel Comune di Saonara (Padova),
 con la presente intende segnalare  a codesta Procura la Delibera di Giunta comunale n. 20 del 19/02/2015 che sembra avere aspetti di irregolarità.
La deliberazione in questione è stata modificata/corretta con deliberazione n. 22 del 05/03/2015 senza modificare il deliberato che consiste nel concedere patrocinio legale a carico dell’ente (dei cittadini)  ai membri di una commissione d'esame, per l'assunzione di un geometra,  sul cui carico pende un procedimento penale per abuso in atti d'ufficio ( procedimento penale n. 2015/422 R.G.N.R. presso il Tribunale di Padova).

Sottolineo che le deliberazioni hanno  parere favorevole di uno degli indagati cosa sicuramente anomala a illegittima per conflitto di interessi ai sensi dell'art. 6 bis legge 241/90 e quanto previsto dall'art. 7 del DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 16 aprile 2013, n. 62 Regolamento recante codice di comportamento dei dipendenti pubblici, a norma dell'art. 54 del decreto legislativo 30 marzo 2001 n. 165.

La spesa preventivata per l'assistenza legale è di  quattromila euro.

Evidenzio inoltre:

1)    La commissione era composta da tre membri, di cui due dipendenti del Comune di Saonara, il terzo  è un istruttore tecnico (geometra)  di un altro  Comune della Provincia di Padova. Specifico inoltre che uno dei due “dipendenti”  del Comune di Saonara alla data del concorso in questione era in aspettativa con incarico dirigenziale a tempo determinato.
E' pertanto corretto che il Comune di Saonara si faccia carico delle spese per la tutela legale per persone NON dipendenti del Comune?  

2)    E' giuridicamente plausibile che la deliberazione si fondi sul comma 1 dell'art. 60 del CCRL  del 01/08/2002 (contratto di lavoro non nazionale, ma applicato esclusivamente ai  Dipendenti degli EE.LL. della Regione Friuli-Venezia –Giulia,  ad autonomia statutaria)

3)     Il succitato art. 60 comma 1… dispone: " L'Ente, anche a tutela dei propri diritti e interessi, ove si verifichi l'apertura di un procedimento di responsabilità civile o penale nei confronti di un suo dipendente per fatti o atti direttamente riferibili all'espletamento del sevizio e all'adempimento dei compiti d'ufficio, assumerà a proprio carico, a condizione che non sussista conflitto di interessi, ogni onere di difesa sin dall'apertura del procedimento, facendo assistere il dipendente da un legale di comune gradimento";

4)     lo stesso art 60 al comma 3 cita : “. La disciplina del presente articolo non si applica ai dipendenti assicurati ai sensi dell’art. 65, comma 1.,

5)    Si desume pertanto che l’assunzione a carico dell’ente pubblico delle spese per l’assistenza legale al dipendente non è automatico e obbligatorio ma si verifica solo a seguito di attente e rigorose valutazioni che l’Amministrazione stessa è tenuta a valutare per una corretta e trasparente gestione delle risorse economiche pubbliche;.
Le valutazioni sono:
a)  l’esistenza di esigenze di tutela di interessi e diritti facenti capo all’ente pubblico; 
b) la stretta inerenza del procedimento penale a fatti verificatisi nell’esercizio ed a causa della funzione esercitata o dell’ufficio rivestito dal dipendente/funzionario pubblico;
c) se i dipendenti interessati sono assicurati;

6)    l’assenza di conflitto di interessi tra gli atti compiuti dal soggetto sottoposto a procedimento penale e l’ente di appartenenza;

7)     il punto5) delle  PROPOSTE della Delibera cita: “nella conclusione del procedimento con una sentenza definitiva di assoluzione con formula piena o cd. liberatoria, con cui sia stabilita l’insussistenza dell’elemento psicologico del dolo e della colpa grave e da cui emerga l’assenza di pregiudizio per gli interessi dell’Amministrazione. “
 E’ pertanto chiaro che il precedente punto 6  può essere accertato solo al termine del procedimento stesso
A disposizione per eventuali  chiarimenti porgo distinti saluti.

Omero BADON
Consigliere Movimento 5 Stelle Saonara

Mozione Area Attrezzata Cani

Il  nostro territorio manca di un posto in cui poter portare a correre,svagare e socializzare i nostri cani in area adeguatamente delimitata e riservata a tale scopo.
Siamo convinti che la sensibilità dell'amministrazione verso l'animale "amico dell'uomo" per eccellenza farà il possibile per realizzare quest'area che oltre a dare beneficio ai nostri fidi, sarà un posto di socializzazione anche per i loro padroncini, creando un nuovo punto di aggregazione tra cittadini locali, senza dover sempre ricorrere all'uso della macchina per raggiungere le aree attrezzate di altri comuni, motivo per cui il M5SSaonara si fa promotore di questa richiesta:
                                                                                                                                                                                                                                                                               AL SINDACO del COMUNE DI SAONARA                          
  e p.c. a tutti i consiglieri del Comune di Saonara

OGGETTO : MOZIONE REALIZZAZIONE AREE VERDI ATTREZZATE PER CANI.

PREMESSO CHE
  • nel nostro Comune è molto diffuso l’amore per gli animali ed in particolare per i cani, poichè sono sempre più numerose le famiglie che sono in possesso di uno o più cani;
  • il rapporto tra uomo e animali domestici si è evoluto nel tempo e che i cani sono compagni fedeli , è necessario che non solo gli individui, ma anche le specie animali, abbiano diritto a un’esistenza compatibile con le proprie caratteristiche biologiche , fisiologiche ed etologiche;
  • il benefico supporto psicologico degli animali da affezione- tra cui naturalmente i cani - è riscontrabile per esempio nel caso di persone sofferenti di disturbi psichici o anche portatori di handicap (come dimostrano numerose e prolungate esperienze svolte nei Paesi anglossassoni che stanno trovando sostegno e favore anche in Italia) e non è un caso che siano sempre più i cani che vivono nelle nostre case, anche presso anziani soli e in difficoltà;
  • gli animali da affezione sono da considerarsi parte integrante della nostra società e come tali degni di ricevere attenzioni degni di rispetto e cura.

CONSIDERATO CHE
Il Comune di Saonara ha molte aree verdi ma non esistono aree attrezzate per la sgambatura dei cani al fine di soddisfare le esigenze relative alle loro caratteristiche anatomiche, fisiologiche e comportamentali.

-Al fine di favorire la corretta convivenza fra umani e animali e di tutelare la salute pubblica e l’ambiente, è necessario che il Comune promuova e sostenga iniziative e interventi rivolti alla conservazione e al rispetto delle necessità che interessano le popolazioni animali.

E’ necessario apportare alcune modifiche al territorio affinchè alcune delle aree verdi di proprietà pubblica, diventino zone a misura di padroni e cani, i quali potranno stare liberi e senza museruola, espletando i loro bisogni e non disturbando la quiete pubblica.

Molti comuni si sono e si stanno adeguando sempre più alla popolazione canina in aumento.

La realizzazione di queste zone riservate sta diventando un’esigenza per molti cittadini che quotidianamente si scontrano con le difficoltà legate all’impedimento di introdurre i propri animali da affezione all’interno di aree comunali.

Il consiglio Comunale IMPEGNA IL SINDACO E LA GIUNTA

a dare mandato agli uffici competenti per individuare, nelle zone del comune, specifiche aree verdi per la sgambatura dei cani per permettere loro di correre liberamente e socializzare senza essere fonte di pericolo e di disturbo per gli altri.

-Di porre in atto tutte le iniziative necessarie alla delimitazione ed all’attrezzatura di dette aree nonchè di dare mandato agli uffici competenti per stilare la necessaria regolamentazione per la gestione delle aree stesse.


Omero Badon



martedì 10 marzo 2015

"portare-la-voce” dei cittadini all’interno delle istituzioni

Manlio Di Stefano
Quale potrebbe essere la mission di un portavoce se non quella di “portare-la-voce” dei cittadini all’interno delle istituzioni?
Dopo gli ultimi felici esempi di democrazia diretta col referendum on line sull’abrogazione del reato di clandestinità e con la consultazione, sempre on line, sulla legge elettorale, troverete, di seguito, un mini tutorial elaborato dal nostro Marco Baldassarre (commissione lavoro) dedicato alla redazione di un’interrogazione parlamentare.
Ogni cittadino potrà, così, suggerirmi e redigere un’interrogazione su fatti che ritiene essere di notevole importanza. Vi chiedo solo di rispettare i vari passaggi descritti nel tutorial in modo da semplificarmi, poi, l’iter della presentazione dell’atto.

domenica 1 marzo 2015

Il presidente della Commissione di Vigilanza sulla Rai Roberto Fico - In 1/2 ora del 01/03/2015

VIDEO intervista

VIDEO Roberto Fico dall'Annunziata

Art. Il Fatto Quotidiano

TANTO TUONO' CHE PIOVVE....................SUL CONCORSONE

Art. 22/02/15Art.20/02/15

TANTO  TUONO'  CHE  PIOVVE.
Così ci sentiamo di cominciare la ns. presa di posizione sui fatti recenti che riguardano l'inchiesta della Magistratura sul "CONCORSONE" per un posto da Geometra  e  le dimissioni dell'Assessore al Bilancio, Ecologia e già dimissionario all'assessorato al personale.
Come dichiarato in occasione del c.c. del 24 febbraio u.s., con poche parole abbiamo precisato la ns. perplessità sul regolare svolgimento e avevamo chiesto una risposta dal sindaco su come si sarebbe comportato fino all'esito dell'inchiesta.
Il Sindaco non rispondendo direttamente e dopo un dilungato "comizio" ha affermato chiaramente la sua fiducia negli indagati  e che nulla sarebbe cambiato all'interno degli uffici da loro gestiti.
Si è molto parlato delle dimissioni dell'assessore Mario Pomini, lettera di dimissioni molto dura nelle motivazioni ed altrettanto nei confronti del Sindaco, e il cons.Omero Badon del M5S  al contrario di quasi tutti i presenti, non ha ritenuto il caso di commentare queste dimissioni data l'assenza del diretto interessato.
A questo punto ci sentiamo il dovere di pubblicare le ns. conclusioni:
1) Si denotano criticità sulla tenuta della maggioranza (l'abbandono della nave mentre affonda)
2) Se l'assessore Pomini ha avuto improvvisamente tanto coraggio da dimettersi, perchè ha disertato il C.C. invece di partecipare per rispondere alle domande di chiarezza e   trasparenza?
 (forse Pomini è a conoscenza di cose che sia meglio non dire ?)
3) Facendo riferimento al titolo di quest'articolo, il Sindaco continua a dire che non si dimetterà,  ciò denota un messaggio mediatico di insicurezza,
 (se dici di non aver preso la marmellata...potrebbe essere che ti senti in colpa, se veramente non l'hai presa non ti poni il problema e basta).
Quindi dopo tanti  "TUONI".....arriverà  la "PIOGGIA" .....?
M5S Saonara

Ente Moscon News

Dopo un lungo periodo di calma, sembra che il vecchio CDA abbia dato un colpo di coda,  indicando al”NUOVO” il percorso da fare. Natur...