martedì 3 febbraio 2015

Mozione Aria M5S e Mal d'aria di Legambiente


il 25 gennaio 2015 abbiamo presentato la mozione Aria M5S
documento elaborato grazie al lavoro condiviso con tutti i gruppi M5S della provincia di Padova e in cui chiediamo alla nostra amministrazione di adottare ogni forma di azione possibile che migliori lo stato attuale dell'inquinamento dell'aria.



" IMPEGNA il Sindaco e il CONSIGLIO Comunale:

1. a fronte dell’avvio della Comunità Europea di procedure di infrazione per l’Italia per non aver
rispettato la norma relativa alle concentrazioni delle PM10 e PM2.5, di intervenire presso
l’Amministrazione Regionale per verificare se e quali provvedimenti siano stati adottati per uscire
dallo stato di illegalità rispetto alle normative europee ed in caso contrario quali siano le
motivazioni di non attuazione;


 2. che gli organi in indirizzo esercitino i poteri di cui all’articolo 5 del decreto legislativo n. 112 del
31 marzo 1998;
3. di adottare i necessari provvedimenti per assicurare il rispetto della direttiva 2008/50/CE;
 

4. ad intraprendere ogni passaggio necessario affinché la nostra USSL 16 sia inserita all’interno
del RTV (Registro Tumori del Veneto) e ad avviare il prima possibile la trasmissione dei referti
codificati e informatizzati delle anatomie patologiche;

5. visto che il PRTRA è definito un “documento dinamico”, di chiedere all’ARPAV il posizionamento
nella cintura comunale di una o più stazioni mobili di monitoraggio della qualità dell’aria per un
periodo congruo di almeno 18 mesi, fornendo possibilmente i dati online,
 

6. ad adottare i punti A) B) C) D) delle conclusioni dello “STUDIO DELLA QUALITA’ DELL’ARIA
DEL COMUNE DI SAONARA” agli atti dell’amministrazione.
INOLTRE SI CHIEDE:
- in merito a questa seria problematica della qualità dell’aria, nei confronti dei cittadini, dal
momento che i Sindaci rappresentano l’autorità sanitaria locale ai sensi dell’articolo 32 della legge
n. 833/1978 e dell’articolo 117 del D.Lgs. n. 112/1998, quali azioni si vuole prendere in
considerazione e con quali tempistiche;
- se è stato preso in considerazione il “Fondo per lo sviluppo e la coesione 2007-2013. Asse 4 -
Mobilità Sostenibile - Attuazione della linea di intervento 4.4 "Piste Ciclabili"”, pubblicato al B.U.R.
n. 95 del 03/10/2014 e in scadenza il 02/12/2014, a favore delle piste ciclabili per collegare: centri
minori ai capoluoghi e centri di servizio, aree residenziali ad aree destinate all’istruzione, aree
turistico – culturali;
- di aggiornare la pagina AMBIENTE E RIFIUTI del sito internet del comune dove si trova anche la
voce qualità dell’aria
- di inserire questa mozione nell’OdG del prossimo consiglio comunale e sia data una risposta
scritta."
Omero Badon


Condividiamo il documento elaborato da Legambiente Veneto, che ben specifica la criticità dell'inquinamento nella nostra Regione.
dossier di Legambiente

Nessun commento:

Posta un commento

Stiamo aspettando le tue considerazioni, i tuoi consigli, le tue proposte: scrivici, o vieni ai nostri incontri!

M5S PRIMO PARTITO IN ITALIA

Il dopo elezioni l'Italia si è svegliata incuriosita, vogliosa di capire ora che succede, un po' preoccupata ma anche consapevole ...