lunedì 1 dicembre 2014

Vito Crimi e il M5S


Vito Crimi

Agli amici Luigi, Alessandro, Roberto, Carlo e Carla un grandissimo in bocca al lupo.

Qualche risposta alle domande (serie) che in questi ultimi giorni mi sono state rivolte. In tanti mi hanno scritto chiedendomi cosa sta accadendo al Movimento, se quello intrapreso è un nuovo corso, e dove questo ci porterà.

Il Movimento è sempre lo stesso, amici. Non è mai cambiato. I suoi principi e valori non sono mutati. Trasparenza ed onestà c'erano ieri, ci sono oggi e ci saranno domani.

Da quando siamo dentro sapete quanto guadagniamo, quanto spendiamo, quanto restituiamo. Conoscete le mozioni, gli ordini del giorno, i disegni di legge che proponiamo, nel rispetto del programma che abbiamo sottoscritto al momento della nostra candidatura. Voi stessi ci aiutate a modificarli, integrarli, correggerli, anche con emendamenti a vostra firma. Sapete cosa votiamo, e a quante votazioni partecipiamo. Sapete a quali eventi sul territorio parteciperemo. Siamo entrati per svolgere il ruolo di portavoce, e tali continueremo ad essere. Non cambia nulla.

La novità è che Beppe e Gianroberto non saranno più soli. Finalmente!

In tanti chiedevano un "cambio di strategia", un'evoluzione. In tanti chiedevano ai fondatori del Movimento di farsi aiutare, di coinvolgerci, di fidarsi, perfino di "farsi da parte" (adesso on esageriamo).
In tanti proponevano di individuare persone, previa ratifica della rete, con le quali affiancarli, o sostituirli.

Nella consultazione di giovedì, il 91% di noi ha risposto favorevolmente alla proposta che i fondatori del Movimento ci hanno rivolto: essere affiancati da 5 persone, con nomi e cognomi palesi.
Qualcuno dirà: Non c'è nemmeno un "senatore"? Beh, pazienza. Se ci fosse stato, la domanda sarebbe stata "non c'è neanche un consigliere regionale", e così via un "consigliere comunale", M SONO SOLO DEI PORTAVOCE e basta.

Non rappresentano il gruppo parlamentare della Camera, neanche i gruppi parlamentari Camera e Senato, ma il Movimento intero, affiancheranno Beppe e Gianroberto nella EVOLUZIONE del Movimento.

In questi anni ho avuto modo di conoscerli, qualcuno di loro lo conosco da 7 anni, so che avvieranno il processo aperto, partecipato, di rinnovamento e crescita che chiediamo da sempre, anche se in modi diversi.

C'è chi preferendo le vetrine di Facebook, le telecamere, i microfoni e i taccuini pur essendo consapevole che la disinformazione italiana sfrutterà la minima imperfezione per distruggerci, chi invece investendo il proprio spirito critico internamente al gruppo, a beneficio della maturazione collettiva.

A queste persone dobbiamo dire: «Noi ci siamo, come sempre. Contate su di noi». Con umiltà ci confronteremo e faremo la nostra parte, affinché il Movimento rimanga coerente alle battaglie condotte sino ad oggi e raggiunga obiettivi più grandi. Sempre nell'immutata convinzione che il progetto, l’idea, il percorso sia più importante di chi ne fa parte, o di chi ci aiuta a percorrerlo.

Cambia qualcosa nell’attività dei portavoce, o degli attivisti, o dei simpatizzanti?

Il Movimento è Mattia Calise che insieme ai volontari raccoglie 5mila firme in sostegno alla proposta di referendum popolare deliberativo senza quorum, e arriva a presentarla in consiglio comunale a Milano.

Il Movimento èLaura Gamba che da sola nel consiglio comunale di Brescia riesce a fare impazzire i piazzisti dei partiti che si spartiscono il futuro della città, e per questo si prende anche della “stronza”.

Il Movimento è Filippo Nogarin, sceso praticamente da solo in guerra a Livorno, con iene e sciacalli che gli fanno terra bruciata intorno.

Il Movimento sono i portavoce al Consiglio Regionale della Lombardia che riescono a farsi approvare un emendamento sul divieto di cumulo dei vitalizi e degli stipendi pubblici.

Il Movimento sono i gruppi come Calcinato, in provincia di Brescia, che pretende ed ottiene la diretta streaming del consiglio comunale.

Il Movimento è il disegno di legge sul reddito di cittadinanza, a prima firma di Nunzia Catalfo, che approda in commissione lavoro!

Questo è il Movimento. Per questi portavoce, ora che la rete ha accettato la proposta dei cinque da affiancare a Beppe, è cambiato qualcosa? Cambierà qualcosa? No. Semplicemente, continueranno il loro, e il nostro, percorso comune.

Beppe ha lanciato una proposta. La rete l’ha accettata. Cambia la scenografia, ma gli attori sono sempre gli stessi: noi, tutti, dal primo all’ultimo. E il telecomando è sempre nella nostra mano.

Ps
Oggi ci hanno inviato il calendario della 1^ commissione relativo alla prossima settimana. Per martedì sono convocate la 1^ e 2^ commissione riunite (Affari Costituzionali e Giustizia), in sede deliberante. Andiamo a votare il disegno di legge presentato dal Movimento 5 Stelle per cancellare il regalo del governo Renzi alla mafia.
Il Movimento è anche questo.
Con costanza e pazienza, riusciremo.

Pps Leggo qualche giornale che parla di grandi esclusi, di delusione, citando anche il mio nome, e mi viene solo da ridere. Chi mi conosce può confermare che quando ho saputo della proposta ho tirato un respiro di sollievo, non immaginate neanche quale onere dovranno sobbarcarsi questi 5 nostri amici. Aiutiamoli a reggere questo peso anziché appesantirlo.

Nessun commento:

Posta un commento

Stiamo aspettando le tue considerazioni, i tuoi consigli, le tue proposte: scrivici, o vieni ai nostri incontri!

Ente Moscon News

Dopo un lungo periodo di calma, sembra che il vecchio CDA abbia dato un colpo di coda,  indicando al”NUOVO” il percorso da fare. Natur...