sabato 20 dicembre 2014

Governo Renzi in TILT, Vacciano: "state mettendo la fiducia su Topolino"


Un cittadino informato è un cittadino consapevole      


 Vilma Moronese Cittadina Senatrice M5S
Dopo 24h in aula senza fare nulla, si sono votati una fiducia su un testo che nessuno ha letto, una legge di stabilità passata già alla Camera con la fiducia a cui lo stesso Governo (PD) qui al Senato ha posto 80 emendamenti, in pratica emendando se stesso. Tra marchette, nuove tasse e favori per le lobby ora dovrà andare alla Camera dove il PD lo emenderà ancora e poi ritornerà al Senato. Ecco come si blocca un paese, ecco come distrugge l'Italia
qui il testo del documento

mercoledì 3 dicembre 2014

Reddito di cittadinanza


#RedditoDiCittadinanza si può fare!


rdc_mini.jpg
"Il reddito di cittadinanza non è più utopia. E' una vittoria del M5S, frutto di una battaglia che abbiamo sostenuto con forza per far valere un principio di democrazia sacrosanto ma sempre disatteso in questa legislatura: l'Aula deve discutere anche i provvedimenti delle opposizioni e non solo i decreti del governo. Oggi in Commissione Lavoro al Senato comincia finalmente la discussione della nostra proposta di legge per l'introduzione del reddito di cittadinanza.
È una vittoria di tutti noi, che dall'inizio della legislatura non abbiamo mai smesso di credere che fosse possibile portare in Parlamento un provvedimento che per gli altri è solo utopia. Per noi, invece, il reddito di cittadinanza oggi comincia ad essere a portata di mano.
Iniziamo così a colmare il vergognoso gap del nostro Paese: il reddito di cittadinanza, infatti, è presente in tutti i Paesi d'Europa, fatta eccezione per la Grecia, l'Ungheria e appunto l'Italia.
mappa_reddito.jpg
Il reddito di cittadinanza è una misura che tutela e restituisce dignità ai cittadini più deboli: è destinato ai disoccupati e a coloro che percepiscono un reddito di lavoro o una pensione inferiori alla soglia di povertà.
L'importo massimo è di 780 euro mensili a persona (9.360 euro l'anno), che variano a seconda del reddito che già si percepisce e a seconda dei componenti del nucleo familiare.
La platea che potrà usufruirne ammonta a circa 9 milioni di italiani.
Ma l'integrazione del reddito non sarà fine a se stessa. Accanto a questa, infatti, prevediamo misure per l'inserimento nel mondo del lavoro e nella società, attraverso specifici percorsi di orientamento, di formazione professionale e di accompagnamento che aiuteranno i disoccupati a rientrare nel mondo del lavoro.
Finanziare il reddito costa quasi 17 miliardi di euro, che si possono finanziare con l'aumento della tassazione dei giochi d'azzardo, l'aumento delle tasse alle grandi imprese del petrolio e del gas, una vera riduzione dei costi della pubblica amministrazione e dei costi della politica (riduzione delle indennità parlamentari, eliminazione enti inutili, taglio agli affitti della P.A., taglio alle spese di consulenza della P.A., taglio auto blu, taglio alle pensioni d'oro e divieto di pensioni cumulative).
Il nostro impegno non si ferma al Parlamento italiano. A gennaio 2014 abbiamo presentato una risoluzione al Consiglio d'Europa per introdurre il reddito di cittadinanza universale, garantire a tutti dignità e rafforzare i diritti sanciti nella Carta Sociale Europea. Il testo è stato già sottoscritto da 18 parlamentari di altri 5 Paesi e a settembre prossimo inizierà la discussione.
Nessuno deve rimanere indietro. " M5S Parlamento
La presentazione del Reddito di Cittadinanza M5S:



lunedì 1 dicembre 2014

8 X mille


A TUTTI I SINDACI D'ITALIA..
ma ancora prima a tutti i super Consiglieri del Movimento 5 Stelle....
Finalmente Ecco i Moduli!!!

Edilizia scolastica:
 http://www.governo.it/Presidenza/DICA/index.html
Gli Enti locali hanno tempo fino al prossimo 15 dicembre per il recapito dei moduli compilati alla Presidenza del Consiglio dei Ministri.
ancheM5S Saonara aveva protocollato la mozione da portare in Consiglio Comunale del 25/9, cosa che non è stata accettata per motivi di scadenza dei termini ma che l'amministrazione ha prontamente portato avanti  e presentato nei tempi previsti.
Il risultato è ciò che conta veramente!

Vito Crimi e il M5S


Vito Crimi

Agli amici Luigi, Alessandro, Roberto, Carlo e Carla un grandissimo in bocca al lupo.

Qualche risposta alle domande (serie) che in questi ultimi giorni mi sono state rivolte. In tanti mi hanno scritto chiedendomi cosa sta accadendo al Movimento, se quello intrapreso è un nuovo corso, e dove questo ci porterà.

Il Movimento è sempre lo stesso, amici. Non è mai cambiato. I suoi principi e valori non sono mutati. Trasparenza ed onestà c'erano ieri, ci sono oggi e ci saranno domani.

Da quando siamo dentro sapete quanto guadagniamo, quanto spendiamo, quanto restituiamo. Conoscete le mozioni, gli ordini del giorno, i disegni di legge che proponiamo, nel rispetto del programma che abbiamo sottoscritto al momento della nostra candidatura. Voi stessi ci aiutate a modificarli, integrarli, correggerli, anche con emendamenti a vostra firma. Sapete cosa votiamo, e a quante votazioni partecipiamo. Sapete a quali eventi sul territorio parteciperemo. Siamo entrati per svolgere il ruolo di portavoce, e tali continueremo ad essere. Non cambia nulla.

La novità è che Beppe e Gianroberto non saranno più soli. Finalmente!

In tanti chiedevano un "cambio di strategia", un'evoluzione. In tanti chiedevano ai fondatori del Movimento di farsi aiutare, di coinvolgerci, di fidarsi, perfino di "farsi da parte" (adesso on esageriamo).
In tanti proponevano di individuare persone, previa ratifica della rete, con le quali affiancarli, o sostituirli.

Nella consultazione di giovedì, il 91% di noi ha risposto favorevolmente alla proposta che i fondatori del Movimento ci hanno rivolto: essere affiancati da 5 persone, con nomi e cognomi palesi.
Qualcuno dirà: Non c'è nemmeno un "senatore"? Beh, pazienza. Se ci fosse stato, la domanda sarebbe stata "non c'è neanche un consigliere regionale", e così via un "consigliere comunale", M SONO SOLO DEI PORTAVOCE e basta.

Non rappresentano il gruppo parlamentare della Camera, neanche i gruppi parlamentari Camera e Senato, ma il Movimento intero, affiancheranno Beppe e Gianroberto nella EVOLUZIONE del Movimento.

In questi anni ho avuto modo di conoscerli, qualcuno di loro lo conosco da 7 anni, so che avvieranno il processo aperto, partecipato, di rinnovamento e crescita che chiediamo da sempre, anche se in modi diversi.

C'è chi preferendo le vetrine di Facebook, le telecamere, i microfoni e i taccuini pur essendo consapevole che la disinformazione italiana sfrutterà la minima imperfezione per distruggerci, chi invece investendo il proprio spirito critico internamente al gruppo, a beneficio della maturazione collettiva.

A queste persone dobbiamo dire: «Noi ci siamo, come sempre. Contate su di noi». Con umiltà ci confronteremo e faremo la nostra parte, affinché il Movimento rimanga coerente alle battaglie condotte sino ad oggi e raggiunga obiettivi più grandi. Sempre nell'immutata convinzione che il progetto, l’idea, il percorso sia più importante di chi ne fa parte, o di chi ci aiuta a percorrerlo.

Cambia qualcosa nell’attività dei portavoce, o degli attivisti, o dei simpatizzanti?

Il Movimento è Mattia Calise che insieme ai volontari raccoglie 5mila firme in sostegno alla proposta di referendum popolare deliberativo senza quorum, e arriva a presentarla in consiglio comunale a Milano.

Il Movimento èLaura Gamba che da sola nel consiglio comunale di Brescia riesce a fare impazzire i piazzisti dei partiti che si spartiscono il futuro della città, e per questo si prende anche della “stronza”.

Il Movimento è Filippo Nogarin, sceso praticamente da solo in guerra a Livorno, con iene e sciacalli che gli fanno terra bruciata intorno.

Il Movimento sono i portavoce al Consiglio Regionale della Lombardia che riescono a farsi approvare un emendamento sul divieto di cumulo dei vitalizi e degli stipendi pubblici.

Il Movimento sono i gruppi come Calcinato, in provincia di Brescia, che pretende ed ottiene la diretta streaming del consiglio comunale.

Il Movimento è il disegno di legge sul reddito di cittadinanza, a prima firma di Nunzia Catalfo, che approda in commissione lavoro!

Questo è il Movimento. Per questi portavoce, ora che la rete ha accettato la proposta dei cinque da affiancare a Beppe, è cambiato qualcosa? Cambierà qualcosa? No. Semplicemente, continueranno il loro, e il nostro, percorso comune.

Beppe ha lanciato una proposta. La rete l’ha accettata. Cambia la scenografia, ma gli attori sono sempre gli stessi: noi, tutti, dal primo all’ultimo. E il telecomando è sempre nella nostra mano.

Ps
Oggi ci hanno inviato il calendario della 1^ commissione relativo alla prossima settimana. Per martedì sono convocate la 1^ e 2^ commissione riunite (Affari Costituzionali e Giustizia), in sede deliberante. Andiamo a votare il disegno di legge presentato dal Movimento 5 Stelle per cancellare il regalo del governo Renzi alla mafia.
Il Movimento è anche questo.
Con costanza e pazienza, riusciremo.

Pps Leggo qualche giornale che parla di grandi esclusi, di delusione, citando anche il mio nome, e mi viene solo da ridere. Chi mi conosce può confermare che quando ho saputo della proposta ho tirato un respiro di sollievo, non immaginate neanche quale onere dovranno sobbarcarsi questi 5 nostri amici. Aiutiamoli a reggere questo peso anziché appesantirlo.

Videosorveglianza cimiteri 2014>2018

MEGLIO TARDI CHE MAI, questo detto è sempre valido caro sindaco. Non so se qualcuno si ricorda che il 28 aprile del 2014, oltre 4 anni ...