mercoledì 30 ottobre 2013

Incontro con i parlamentari M5S Saonara

Ecco a voi il video della serata organizzata a Saonara a cui hanno partecipato circa 200 persone .
Abbiamo avuto modo di sentire dai Consiglieri e dai Parlamentari cosa si è riusciti a proporre,a portare avanti e quali difficoltà incontrano invece nel loro ruolo di minoranza o maggioranza nelle istituzioni.

Partecipate alla vita del vostro comune
Il video dura circa tre ore  e per semplificare la visione vi indirizziamo nei punti dell'inizio dei vari interventi.. ma ovviamente speriamo vi riesca di vederlo tutto!
Un GRAZIE a TUTTI, a chi ha partecipato, a chi ha organizzato, al conduttore. GRAZIE










martedì 29 ottobre 2013

Decadenza Parlamentari condannati


La resa dei conti è vicina. Oggi alle 15 si riunisce la Giunta per il Regolamento del Senato che deciderà se il voto sulla decadenza di parlamentari condannati dovrà essere da oggi in poi palese o segreto. Il M5S vuole il voto palese! Nessun segreto!

giovedì 24 ottobre 2013

I parlamentari M5S a Saonara insieme al sindaco di Mira e aiconsiglieri comunali :

IMPORTANTE APPUNTAMENTO
Il M5S incontra la cittadinanza!

Vi mostreremo cosa ha fatto il M5S in questi primi 4 mesi di attività in Parlamento
Ci sarà un rendiconto del lavoro dei consiglieri comunali portato avanti nel territorio  di
Saonara 
Vigonovo 
Mira
Vigonza
Campolongo Maggiore
Avremo il sindaco di Mira Alvise Maniero e
I parlamentari Padovani
che risponderanno alle vostre domande





mercoledì 23 ottobre 2013

Briciole per il rischio idrogeologico


ALLA FACCIA DELLA PRIORITA’: BRICIOLE DAL GOVERNO PER IL RISCHIO IDROGEOLOGICO.

Negli occhi scorrono ancora le immagini delle commemorazioni dei 50 anni del disastro del Vajont, la più emblematica tra le numerose ferite provocate in Italia dal dissesto idrogeologico. A tal proposito molte belle parole sono state giustamente spese. Adesso si tratta di far sì che questi discorsi non diventino vani.
Come ricordato da Gian Antonio Stella sul Corriere della Sera del 20/10/2013 “gli eventi di dissesto idrogeologico , a partire dall’inizio del secolo scorso, sono stati oltre 4000”. La situazione è tutt’altro che rassicurante infatti circa l’82% dei comuni, pari a 6.633, sono a rischio idrogeologico.
Questo, oltre a provare la fragilità del territorio italiano, dimostra che l’azione, finora fatta, di contrasto al dissesto idrogeologico è stata insufficiente.
E FORTEMENTE INSUFFICIENTE RIMANE TUTTORA: IL GOVERNO HA INFATTI STANZIATO LA MISERA CIFRA DI 30 MILIONI DI EURO PER INTERVENTI DI PREVENZIONE, MENTRE UNA RECENTE RISOLUZIONE CONGIUNTA DI TUTTA LA COMMISSIONE AMBIENTE IMPEGNAVA IL GOVERNO A STANZIARE ALMENO 500 MILIONI DI EURO.
IL PARADOSSO È TUTTO QUA: LA SITUAZIONE È NOTA IN TUTTA LA SUA DRAMMATICITÀ E NONOSTANTE ESISTANO GIÀ VALIDI PIANI PER MITIGARLA SIGNIFICATIVAMENTE, MANCA LA VOLONTÀ POLITICA PER INVESTIRE IN QUESTA DIREZIONE.
Già a giugno il gruppo M5S di Commissione Ambiente ha presentato con Samuele Segoni una mozione, approvata dalla Camera, che impegnava il Governo, tra i numerosi suggerimenti, “ad investire fondi (…) per interventi mirati, individuati dai piani (…) già predisposti” e anche “ad incentivare e sostenere pratiche di cura e salvaguardia del territorio attraverso una gestione forestale attiva e sostenibile…”.
Perché possiate conoscere come il M5S si sia attivato su questo tema, segnaliamo altre proposte del M5S in tema di rischio idrogeologico e sismico:
• 
Proposta di legge sullo svincolo del patto di stabilità per le spese degli enti territoriali relative a ripristino, previsione e prevenzione del rischio idrogeologico e sismico.
http://www.camera.it/_dati/leg17/lavori/stampati/pdf/17PDL0009130.pdf

• Proposta di legge "geobonus" (agevolazioni fiscali per chi investe in sicurezza del territorio e difesa del suolo).
http://www.camera.it/leg17/126?tab=1&leg=17&idDocumento=1578&sede&tipo

• Mozione sul rischio idrogeologico e sismico (APPROVATA).
http://banchedati.camera.it/sindacatoispettivo_17/showXhtml.Asp?idAtto=289&stile=7&highLight=1&paroleContenute=%27MOZIONE%27+%7C+%27CAMERA%27

• Risoluzione per la divulgazione tramite "Pubblicità Progresso" delle principali norme di comportamento da tenersi prima, durante e dopo un terremoto, che possono aiutare a mitigare le conseguenze dei terremoti sulla popolazione.
http://banchedati.camera.it/sindacatoispettivo_17/showXhtml.Asp?idAtto=6559&stile=7&highLight=1&paroleContenute=%27RISOLUZIONE+IN+COMMISSIONE%27+%7C+%27CAMERA%27



martedì 22 ottobre 2013

Autovelox SI autovelox No

Il M5S Saonara,che è portavoce dei cittadini e raccoglie le problematiche dei SAONARESI, ha preparato una mozione in cui chiederá, in Consiglio Comunale ,ben 4 autovelox sulla strada dei 
Vivai...di cui immaginiamo  l 'esito...

La Strada dei Vivai è sempre stata più croce che delizia per il territorio di Saonara:
inquinamento elevato, pericolosità dell’arteria (vista la possibilità di raggiungere elevate velocità) e non da meno la divisione creata nel paese spaccandolo a metà nelle sue frazioni; questo oltre a creare notevoli disagi nell’attraversamento è causa anche un disagio sociale.
Non sono mai stati fatti i cavalcavia promessi in cambio dell'approvazione della strada dei vivai, cavalcavia che avrebbero consentito ai SAONARESI di muoversi in sicurezza tra  i due centri principali.
Proponiamo l’installazione di dispositivi per il rilevamento della velocità per educare i cittadini a rispettare i limiti e le regole; purtroppo sono molte le persone incuranti di qualsiasi divieto.
Diminuendo la velocità di percorrenza si riduce drasticamente il rischio di incidenti e si riduce l’inquinamento.
Non vuole essere un mezzo per far ‘cassa’ in maniera facile, gli autovelox DEVONO essere ben visibili e regolarmente segnalati, fungere più da deterrenti che non mezzi punitivi.
L’eventuale gettito generato, inoltre, dovrà servire a mitigare gli effetti negativi causati da questa strada migliorando la viabilità e la sicurezza delle strade alternative alla Via dei Vivai che ormai, a qualsiasi ora del giorno, sopportano un carico di traffico eccessivo scaricando il disagio sui cittadini di Saonara.
A maggior ragione visto che l'amministrazione lamenta difficoltá economiche per poter provvedere alle migliorie quali i marciapiedi ,le piste ciclabili, l'illuminazione,le fognature in quelle zone di periferia ma non meno transitate in cui c'è carenza

http://sac4.halleysac.it/c028085/images/RassegnaStampa/20120720_MATTINOdiPADOVA_.pdf

http://sac4.halleysac.it/c028085/images/RassegnaStampa/20120725_MATTINOdiPADOVA.pdf

http://youtu.be/lBU9JKr2TMA

http://youtu.be/1JzMevxG6GU


giovedì 17 ottobre 2013

Ente Moscon : si gioca al tiro alla fune!



Il tanto atteso confronto fra  il Sindaco e la Parrocchia sulla gestione dell'ENTE MOSCON

si è concluso con l'ennesimo nulla di fatto.

La Parrocchia che giocava in casa, ne è uscita con le ossa rotte.

La vice Presidente del consiglio pastorale non sembrava molto preparata ed ha sciorinato  una relazione scialba, poco incisiva ed alla fine pure inesatta.

L'avv. Minei, difensore della Curia, ha spiegato con termini tecnici la sentenza del Consiglio di Stato.

L'avv. Ferrero, nominato dalla Curia per il nuovo CDA, ha affermato di fare del volontariato, che

non percepirà nulla e soprattutto che è disposto  a non accettare l'incarico; ciò nonostante la curia ne nominerebbe comunque un altro al suo posto.

Il sindaco Stefan, da parte sua, ha ripetuto le proprie motivazioni con il solito discorso che ripete ormai a memoria:

è disponibile a tutto, tranne che il  5° consigliere sia nominato dalla curia, praticamente è come dire

tutto ed il contrario di tutto.

La commissaria Annalisa Basso,  non si sa più a che titolo, vorrebbe andarsene il prima possibile per lasciare l'IPAB in mano  ai saonaresi; nel frattempo però si sta prodigando nel deliberare delle spese (a nostro avviso assai discutibili) che dovrebbero essere quantomeno condivise con tutta la cittadinanza.

Il relatore dell'incontro, nonché direttore della difesa del popolo, non ha svolto in modo corretto il suo compito:

non dava lo spazio giusto a certe osservazioni fatte dal pubblico presente che sarebbero state degne di risposte concrete. Tra le altre ad esempio:

 - Perchè il parroco non interviene?

- Perchè  non facciamo decidere ai saonaresi chi deve gestire l'ente?

- L'intervento della Sig.a Maestra Odoni, che da sempre fa volontariato e si occupa degli anziani bisognosi, illustrava la situazione odierna in cui versa Saonara. Nessuno ha avuto la delicatezza di spendere  due parole a sostegno suo e del suo lavoro, anzi, le è stato risposto "il tempo è scaduto, avanti un altro”: vergognoso!

 

In conclusione la gente è uscita rammaricata e con la consapevolezza che da questo empasse non se ne uscirà.

E l'avv. Amato Fabio??  C'era o non c'era?? Perché non è intervenuto visto che è l'unico che poteva controbattere con fermezza gli attacchi del Sindaco??

E il parroco Don Francesco ??  Perché durante la messa osanna parole dure verso chi non è presente e quando  ha avuto la possibilità di far valere la sua posizione non ha pronunciato verbo??

A questo punto nasce il sospetto che nella Parrocchia ci sia una spaccatura: che il  buon Amato

non sia più tanto "amato" ? Questo spiegherebbe  il suo silenzio,  magari pensa di approfittare della situazione caotica tra Chiesa Sindaco e Parrocchia per riproporsi come unico gerente dell’ente Moscon.

Alla fine basterebbe un po’ di buon senso e la soluzione, disarmante per la sua semplicità, sarebbe a portata di mano:

Solo il CDA può variare lo statuto e quindi si devono nominare i cinque consiglieri attenendosi allo statuto vigente. Poi eventualmente il CDA potrà discutere una eventuale modifica. Non prima. Chiaro è che la nomina del quinto consigliere dovrebbe essere auspicabilmente condivisa da Parrocchia e Chiesa e dovrebbe quantomeno individuare un cittadino di Saonara di provate capacità ed onestà.

Perché tutti i legali coinvolti non lo dicono con chiarezza? O sono degli azzeccagarbugli, come dice il Sindaco,  o  fanno veramente gli avvocati e più le cose andranno per le lunghe meglio sarà per loro… ma sempre peggio per chi  ha bisogno dell’aiuto dell’ente Moscon.


La posizione del Movimento 5 Stelle, nota da sempre e ribadita nella serata, non ha fatto breccia; le due parti sono così piene di sé stesse che non intendono ascoltare i pareri altrui.

M5S Saonara 

Tettoia eternit





Non ci siamo dimenticati di seguire  lo sviluppo della vicenda inerente la tettoia in eternit vicino a Piazza del Tricolore.
Abbiamo solo atteso che fosse resa pubblica la sua risoluzione.  
Siamo felici nell'informarvi che la tettoia è stata rimossa; il comune ha approvato la richiesta del proprietario che ha ottenuto il permesso di costruire un nuovo fabbricato a norma e rispettoso del PRG vigente.
Il M5S si è informato ed ha informato.

martedì 15 ottobre 2013

il concorso per GEOMETRA di Saonara > Galzignano

Durante il Consiglio Comunale del 23 settembre era stata manifestata una probabile incongruenza tra il concorso di Saonara per un posto di Geometra a tempo indeterminato e la richiesta del comune di Galzignano  che attraverso questa delibera avrebbe avuto la possibilità attingere alla graduatoria di Saonara con ,al secondo posto, una persona definita in "posizione sospetta" visto che gia' era stata nello STAFF del segretario Comunale di Galzignano che è lo stesso di Saonara.
TUTTE COINCIDENZE
ecco il seguito...


sabato 12 ottobre 2013

Femminicidio..e non solo


femminicidio-tav.jpg
Cosa c'entrano i barbari omicidi di donne con il Tav? C'entrano, basta che lo decidano Pd e Pdl. Così avviene che nel decreto "contro la violenza di genere" -decreto femminicidio- venga abilmente inserito dalla solita magica manina un emendamento che dispone risarcimenti nei confronti degli imprenditori che hanno subito danneggiamenti nei loro cantieri in Val Susa.
Ma non si tratta solo di soldi, c'è di più. Sempre nel decreto contro la violenza di genere, viene introdotta una norma quantomeno sospetta. Perché consentel'introduzione di appartenenti alle forze dell'ordine straniere nel territorio italiano - secondo i trattati internazionali - parificandoli ai nostri. Stessi diritti, stessi doveri. Anche nell'uso delle armi. Ci vuole poco a immaginarecome un agente segreto possa essere spacciato per poliziotto e consentirgli di venire in Italia a fare gli affari del suo paese.
Di contro, invece, ci sono anche disposizioni contro lo spionaggio. Sì, avete capito bene. Il decreto sul "femminicidio" dispone che se qualcuno si fa trovare con una telecamera, una fotocamera - anche un cellulare quindi può bastare -nei cantieri di un'opera pubblica - come il Tav, così per fare un esempio - per far scattare l'arresto da uno a cinque anni.
Così un governo vigliacco fa passare, sotto la nobile causa di mettere un argine all'odioso fenomeno del "femminicidio", un atto di repressione del dissenso delle popolazioni locali sulle grandi opere. Nonché la solita ennesima cessione di sovranità, che non guasta mai.
Attendiamo i piagnucolosi compiacimenti televisivi dei "salvatori delle donne", quelli con la pistola.
ps= I deputati M5S hanno scritto in proposito alla Boldrini, nella speranza che Ella risponda...
pps=Ecco i nostri emendamentiBlog

mercoledì 9 ottobre 2013

Emendamenti anti sprechi M5S



Il Movimento 5 Stelle riesce ad affondare il bisturi anti-sprechi.
Lo fa in Senato, con una serie di emendamenti al Decreto Pubblica Amministrazione che erano già stati approvati in Commissione e che vedevano come prima firmataria la portavoce a 5 stelle Maria Mussini.
Per le auto blu dal 2014 si prevede una riduzione di spesa pari al 60% rispetto a quanto sostenuto nell'anno precedente.
Approvato anche un emendamento che costringe le pubbliche amministrazione ad intraprendere politiche di sostenibilità ambientale nell'acquisto.
"Nei casi in cui è ammesso l'acquisto di nuove autovetture - si legge nel documento approvato - le amministrazioni pubbliche ricorrono a modelli a basso impatto ambientale e a minor costo d'esercizio, salvo eccezioni da motivare in base a specifiche esigenze".
Un altro tetto alla spesa scatta per le consulenze nelle pubbliche amministrazioni: l'esborso deve esser ridotto all'80% del limite già stabilito per il 2013.
Molto spesso le consulenze esterne nelle pubbliche amministrazioni sono inutili doppioni rispetto alle professionalità già presenti negli organici istituzionali.

lunedì 7 ottobre 2013

Incontro con noi mercoledì 9 ottobre

Il M5S è nato portando i cittadini più comuni ,le persone più semplici , in Parlamento.
Chi critica il M5S deve capire questo.
E in pochi, pochissimi mesi questi semplici, impreparati cittadini hanno imparato a muoversi nel mondo della politica. Tra esperti politichesi, tra gente che siede in quelle poltrone da decenni e che cura gli interessi personali invece che del proprio popolo, il parlamentare 5Stelle stá risvegliando le coscienze della gente, alla quale però viene chiesta una cosa: PARTECIPAZIONE!
Il M5S non è andato in Parlamento con la vostra ' deroga' e basta:

 il M5S ha bisogno di VOI Cittadini che state a casa.
Divulgate le informazioni 5Stelle, ecco una cosa che potete fare Voi!E.....
 PARTECIPATE AI NOSTRI INCONTRI SETTIMANALI!
Quando?
MERCOLEDI 9 ottobre 2013 ore 21:00


Dove? Ex asilo di Villatora, a sinistra della chiesa.

Perchè? per condividere ASSIEME 
Il  Consiglio Comunale..il Bilancio..
il PAT..e parliamo di ENTE MOSCON
Le VARIE attività..Iniziative e decisioni.

Vi aspettiamo numerosi!!!


Fico da Fazio a 'che tempo che fá'

Ecco un'intervista 5Stelle! Da ascoltare tutta!
Fazio>Fico video

http://it.wikipedia.org/wiki/Roberto_Fico

Eletto presidente della Commissione i Vigilanza Rai


Alcune affermazioni:

 "Voglio essere l'ultimo dei presidenti di commissione rai...la rai deve finire di essere lottizzata e servire i partiti. ..occorre informare i cittadini! " ...."siamo al 59* posto nel mondo per libertà di informazione, vogliamo che la rai rimanga così o vogliamo un servizio pubblico che magari informa i cittadini sui provvedimenti presentati. ..ad esempio reddito di cittadinanza con copertura finanziaria ..etc etc etc"

 .... ha elencato varie proposte presentate dal m5s. ...

Grazie Fico

Ente Moscon News

Dopo un lungo periodo di calma, sembra che il vecchio CDA abbia dato un colpo di coda,  indicando al”NUOVO” il percorso da fare. Natur...