sabato 31 agosto 2013

Visita al Due Palazzi

Ieri mattina, insieme a Francesca Businarolo, Gianni Girotto, Silvia Benedetti, Enrico Cappelletti, Marco Brugnerotto e Giovanni Endrizzi siamo stati in visita presso il carcere Due Palazzi di Padova ed alla Casa Circondariale.
Durante questa visita, per me è la prima, ho raccolto emozioni che ho l'impressione si possano provare solo entrando "li dentro", questa prima giornata fa parte di una serie di eventi che andranno poi a creare una visione più completa della realtà delle carceri italiane.
Nell'ordine ho raccolto problematiche reali che vanno dal sovraffollamento, quindi un numero di detenuti troppo alto rispetto alla metratura della stanza/cella, questo è un problema diffuso e a tal proposito si deve sapere che in Italia sono detenute circa 66.000 persone. I posti regolamentari sarebbero 47.040, di cui circa 6.000 non sono utilizzabili per necessità di manutenzione o ristrutturazione; il deficit è dunque di 25.000 posti.
Il Movimento 5 Stelle sostiene il recupero funzionale delle carceri mal utilizzate, ad esempio il recupero di sezioni chiuse, costruzioni di nuovi padiglioni oppure la unificazione di celle potrebbe recuperare circa 22.000 posti, senza costruire nuovi istituti e con un costo inferiore quasi della metà 355 milioni contro i 675 milioni del piano del Commissario Straordinario.
Altro argomento è l'impiego del detenuto in attività lavorative, personalmente ho trovato l'iniziativa coordinata dall'associazione Ristretti Orizzonti decisamente interessante, in sostanza alcuni ospiti del carcere "Due Palazzi" si occupano di redare una rivista dedicata a ciò che succede in carcere toccando argomenti quali la cultura e l'informazione.
Inoltre circa la metà dei detenuti è impegnato in attività lavorative legate ai servizi del carcere e attività conto terzi quali pasticceria e call_center (alle dipendenze di una cooperativa).
Questa possibilità, di impegnare il tempo della detenzione nel lavoro, permette ai reclusi di crearsi una prospettiva per il futuro, questa previsione futura è una delle poche cose che i detenuti chiedono. Altra ottima iniziativa la possibilità di studiare all'interno del carcere e addirittura di laurearsi (ad oggi 5 detenuti sono riusciti a laurearsi o specializzarsi all'interno del carcere).
Rimane però ancora isolata una realtà come quella di Padova ed è molto basso il numero di persone recluse inserite nei vari progetti presenti nelle carceri italiane, con il rischio di portare a termine una pena senza aver imparato un lavoro e ancor peggio senza aver inalzato il livello culturale/educativo del detenuto.
Da queste esperienze, speriamo di poter comprendere meglio le situazioni e le problematiche delle carceri italiane e di sensibilizzare le amministrazioni carcerarie e politiche affinchè si investa maggiormente nel recupero dei detenuti.

venerdì 30 agosto 2013

Consegnate oltre 8.000 osservazioni al PTRG!


Comunicato stampa

 M5S CONTRO IL PTRC DEL VENETO CONSEGNA LE CRITICHE E LA PROPOSTA

PER UN PTRC 5 STELLE PER UN VENETO A 5 STELLE

Siamo qui oggi per consegnare circa 8.000  osservazioni alla variante 1 del PTRCa firma di cittadini veneti, dei comitati e dei rappresentanti istituzionali del Movimento 5 Stelle.

I numeri raccolti dimostrano la sensibilità sempre più diffusa tra la società civile di tutelare il territorio in cui viviamo e della necessità di un modello sostenibile di sviluppo economico e sociale, a differenza di quanto portato avanti dagli amministratori della nostra Regione. Con queste osservazioni esprimiamo critiche a questo PTRC che vuole asservire il Veneto alle lobbies.

Illegittimo perché privo di contenuti paesaggistici, questo PTRC rappresenta i potentati del mattone e  delle autostrade ai quali non importa nulla della Comunità Veneta e la lasciano indietro. E’ il PTRC di chi sfrutta il Veneto ed i suoi beni fino a spazzare via il paesaggio, la storia, l’arte, la cultura sociale ed impren

ditoriale per lasciarlo arretrato e senza futuro.

PER QUESTI MOTIVI ABBIAMO CHIESTO LO STRALCIO

1. Delle grandi opere autostradali e viarie, quasi tutte da realizzare tramite il Project FinancingNogaraMare, Pedemontana, Tangenziali Venete, Mediana provinciale veneta, Romea Commerciale, Camionabile PD VE, e le tante strade e autostrade che sventreranno il Veneto;
2. Dell’art 38 del PTRC che introduce i progetti strategici, senza elencarli, di competenza esclusiva della giunta regionale. Tra i pochi progetti strategici elencati ci sono le aree per un raggio di 2 Km intorno ai caselli autostradali e le stazioni metropolitane.

Per fare un esempio: il comune di Spinea sarà interessato per il 93% del suo territorio da progetti strategici che bypassano la pianificazione locale solo per quello che riguarda i caselli autostradali e le stazioni della metropolitana veneta.

Di fatto l’art. 38 rende edificabile tutto il Veneto a discrezione di scelte prese UNICAMENTE dalla giunta regionale, distruggendo per sempre la ruralità il paesaggio e dando il via a progetti devastanti come Veneto City e Motor City.

3. Dei piani di area e di tanti altri articoli che riguardano paesaggio, energia, rifiuti, mobilità, ecc. che ricalcano modelli di sviluppo superati.

 

PER QUESTO ABBIAMO RISCRITTO IL PTRC CHIEDENDO L’INSERIMENTO DI CENTINAIA DI PROPOSTE SOTTO FORMA DIOSSERVAZIONI CHE COSTITUISCONO LA PRIMA PROPOSTA PER UN PTRC 5 STELLE PER UN VENETO A 5 STELLE 

● dare lavoro, pensare ai giovani e alle generazioni future, attraverso la manutenzione del territorio, la cultura, la storia, l’arte, il paesaggio, la natura, l’innovazione;
● dare risposte alle esigenze abitative, senza asservire la nostra vita alle banche, ma rispondendo alle necessità sempre diverse nel corso dell’esistenza;
● creare comunità, sostegno alle imprese ed ai cittadini attraverso il riutilizzo e la valorizzazione degli spazi esistenti, crescita zero, manutenzione del territorio;
● integrare il globale con il locale, creare impresa radicandola nell’esperienza locale e nondelocalizzabile;
● perseguire la salute dell’ambiente e dei cittadini con proposte che sviluppino il trasporto pubblico, la mobilità sostenibile, le energie rinnovabili ed alternative, l’uso oculato delle risorse;
● creare solidarietà sociale ed imprenditoriale; valorizzare la cultura imprenditoriale, artigianale ed artistica storica e dedurne altre capacità imprenditoriali concorrenziali nel mondo;

 Oggi, con questa consegna, il MoVimento 5 Stelle Veneto intraprende un percorso il cui obiettivo è il futuro sostenibile del Veneto. Un sentiero difficile che vuole coinvolgere l’intera Comunità Veneta in un processo di elaborazione continuo dove la voce del territorio avrà la possibilità di criticare, documentare, proporre a tutti i livelli la propria visione della Regione.

In quest’ottica, il Movimento 5 Stelle offrirà un sostegno alle Comunità locali, promuovendo la conoscenza e consentendo alle diverse professionalità, alle filosofie e alle competenze di esprimersi e di dialogare per raggiungere il cambiamento che rappresenta il futuro delle nuove generazioni.

NESSUNO DEVE RESTARE INDIETRO, IL VENETO NON DEVE RESTARE INDIETRO

MOVIMENTO 5 STELLE VENETO

mercoledì 28 agosto 2013

PTRG: Cos'è?

Una semplice video-spiegazione sul tema PTRG, per capire meglio cosa succede al nostro territorio se non si interviene in tempo.
Stessa dinamica già vissuta con il nostro PAT.
I cittadini si ritrovano all'ultimo momento a conoscenza di un documento così importante e con pochissimo tempo per poter intervenire con delle osservazioni.
il M5S Veneto con i rappresentanti Parlamentari Veneti, i Consiglieri Comunali, gli Attivisti, porterà le osservazioni che è riuscita a produrre alla Regione Veneto a Venezia e illustreranno alla stampa la proposta del 
Movimento5Stelle di un PTCR per la difesa del territorio.
DIVULGATE QUESTE INFORMAZIONI
che non saranno certo divulgate ampiamente dalla stampa.
GRAZIE

martedì 27 agosto 2013

M5S ...speranze e fatti




In politica come nella vita, dopo le "speranze", alla fine contano solo i fatti.

20 Aprile 2013: i parlamentari del Pd non votano né Prodi (fondatore del Pd e dell'Ulivo e l'unico ad aver sconfitto Berlusconi nelle urne due volte) e nemmeno Rodotà (costituzionalista di sinistra e non del Movimento 5 Stelle) come presidente della Repubblica. Preferiscono rieleggere l'88enne Giorgio Napolitano insieme a Berlusconi.

29 maggio 2013: Alla Camera il Pd insieme al Pdl vota contro la mozione Giacchetti (Pd) per abolire il porcellum e tornare alla legge elettorale precedente (voto a favore solo da parte di Movimento 5 Stelle e Sel). Nello stesso giorno il Senato boccia la mozione del Movimento 5 Stelle che propone strumenti di democrazia diretta tramite referendum, leggi popolari discusse obbligatoriamente, la riduzione dei parlamentari e dei consiglieri regionali, l' abolizione delle Province, l'elezione diretta dei candidati, l'ineleggibilità per i condannati ed il limite di due mandati.

8 agosto 2013: In Senato il Pd insieme al Pdl vota "no" alla richiesta di esame d'urgenza della legge elettorale "Parlamento Pulito" proposta dal M5S (sulla base della legge popolare del 2007 mai discussa in tutti questi anni. ). La proposta conteneva anche l'elezione diretta da parte dei cittadini dei candidato a Camera e Senato.
Questi i fatti, ai quali potremmo aggiungere il voto contrario del Pd sulle mozioni contro gli F35, per istituire il reddito di cittadinanza, per tagliare l'Irap e l'Imu sulla prima casa, per abolire il finanziamento pubblico ai partiti. 
In questo Parlamento, non per colpa dei parlamentari del M5S, non esiste una maggioranza parlamentare per cambiare in senso democratico la legge elettorale esistente contro la quale il M5S si è sempre battuto. 
Il Pd(menoelle) la finisca di dare la colpa ad altri per quello che non ha mai fatto in 8 anni e neanche in questi 5 mesi. Se le "speranze" non si tramutano mai in fatti, si tratta solo di prese in giro per i cittadini.
Matteo Incerti

sabato 24 agosto 2013

PTRC della REGIONE VENETO


Giornate di informazione




Cari cittadini

siamo orgogliosi di presentarvi il progetto "Cittadini Consapevoli", nato dall'iniziativa di un gruppo di cittadini (attivisti del M5S e non) con lo scopo di organizzare giornate di in-formazione civica e socio-economica per promuovere il cambiamento: giornate aperte a tutti e con un taglio pratico e applicativo. 


Visitate il nostro sito per iscrivervi ai corsi che partiranno ad ottobre: www.cittadiniconsapevoli.it

In particolare, vi segnaliamo il corso Civitas 2.0, pensato per i futuri amministratori locali,

ed il corso Strumenti per comunicare, per riflettere sulle modalità di comunicazione e sulle dinamiche dei gruppi di lavoro.


Vi invitiamo alla serata di presentazione, mercoledì 25 settembre, ore 20.30, all'Hotel Filanda di Cittadella. Ci sarà anche un intervento di Luigi Menegatti sulle Proprietà CollettiveIngresso gratuito (è gradita la prenotazione).


Vi chiediamo di aiutarci a diffondere l'iniziativa:

segnalate il sito www.cittadiniconsapevoli.it alle vostre mailing list e parlatene agli amici;

- dal sito potete accedere anche al nostro profilo Facebook: dateci il vostro MiPiace e condividete sulla vostra Bacheca.


Grazie! 


Vi aspettiamo il 25 settembre

M5S Cittadella


Stipendio dl parlamentare M5S

Luigi di Maio
OGGI HO PARLATO CON LA PRESIDENTE LAURA BOLDRINI

Mi ha spiegato che ha trasmesso la lettera (in foto) al collegio dei questori che evidentemente sta valutando la proposta. 

Non tornerò più sul tema finché il conto non sarà attivo, c'è ben altro a cui pensare in questo Paese che rispondere alle strumentalizzazioni.
Circa i nostri stipendi tre cose:

1) Sul nostro conto corrente arrivano per intero, come tutti gli altri deputati e senatori (difatti a me sono arrivati circa 20.000 euro netti). Dopodiché, in base al codice di comportamento da noi sottoscritto, rinunciamo a quasi il 70% di questo importo.

2) "RINUNCIARE" non significa altro che fare un bonifico dei soldi eccedenti su un fondo APPOSITO. Siccome sono oltre 350.000 euro al mese a cui rinunciamo, ci guardiamo bene dal gestire noi il fondo (ecco la ragione della lettera in foto). 

3) Per chi non lo sapesse, abbiamo chiesto che il trattamento economico dei Parlamentari del Movimento 5 Stelle, diventi NORMA per tutti. Attraverso la RICHIESTA che trovate in questo link (http://www.beppegrillo.it/immagini/PROPOSTA%20RIDUZIONE.pdf), che è già stata attuata in parte (per i doppi incarichi) e su cui aspettiamo l'esito dell'istruttoria dei questori entro fine settimana prossima per la prima parte, ci proponiamo di equiparare il trattamento di un Parlamentare a quello di un italiano medio.
Difatti in questi giorni molti mi chiedono "perché non equiparate lo stipendio di un parlamentare italiano alla media europea?"
Ebbene, se facessimo così allora finirebbe che dobbiamo lasciarlo intatto o addirittura aumentarlo. Infatti l'indennità di un parlamentare italiano è uguale a quella di un parlamentare tedesco: ovviamente però il reddito medio di un cittadino tedesco è quasi il doppio di quello di uno italiano... 
Perciò LA NOSTRA SOLUZIONE E': fatto 100 lo stipendio di un Parlamentare tedesco, si divide per due (ovvero il rapporto approssimativo tra reddito medio tedesco e reddito medio italiano) e otteniamo circa 5000 euro lordi. OVVERO QUANTO GUADAGNEREMO NOI DEL MOVIMENTO 5 STELLE. 
QUINDI: aspettiamo l'apertura di questa voce di bilancio per versarci dentro le eccedenze degli stipendi che ad oggi sono già sui nostri conti correnti (è per questo motivo che in rete trovate i cedolini da 18.000 euro).

mercoledì 21 agosto 2013

Federico D'Incá e le grandi opere

d305674Nato a BELLUNO, il 10 febbraio 1976
Laurea in economia e commercio; Dipendente di azienda privata
Eletto nella circoscrizione VIII (VENETO 2)
Lista di elezione MOVIMENTO 5 STELLE BEPPEGRILLO.IT
Proclamato il 5 marzo 2013
Componente degli organi parlamentari:
V COMMISSIONE (BILANCIO, TESORO E PROGRAMMAZIONE)
dal 28 marzo 2013
~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~Blog

Veneto: distruzione del territorio e Project Financing


vittorio-veneto-belluno
La Giunta Zaia adotta una “Variante parziale” al PTRC 2009 che potrà portare conseguenze devastanti al nostro Veneto, togliendo la pianificazione ai comuni per un raggio di 2 km intorno ai caselli, deturpando il paesaggio, alimentando la speculazione immobiliare e facendo una beffeggiante propaganda sulla “valenza paesaggistica” di questa variante al PTRC.
A questo si aggiunge uno sviluppo della rete autostradale a pedaggio attraverso il Project Financingun sistema occulto di debito in grado di portare ingenti guadagni a pochi e di riversare sulle prossime generazione il peso di questi errori.
Oggi ho firmato e inviato alla Regione le osservazioni frutto del lavoro diAltroVe (Rete di comitati e di associazioni per un Altro Veneto) perché sono convinto che dobbiamo contribuire tutti ad impedire che il nostro territorio venga distrutto.
Il Veneto deve investire in sistemi di trasporto in grado di ridurre i costi delle famiglie, in una rete internet veloce e sicura, nel rispetto del proprio territorio sia dal punto di vista paesaggistico, per la fondamentale valenza turistica, sia dal punto di vista agricolo per le proprie tipicità enogastronomiche e produzioni locali. Il Veneto ha bisogno di protezione per un territorio fragile e sovente soggetto a fenomeni calamitosi e alluvionali che costano miliardi di euro ai nostri cittadini e al nostro tessuto produttivo.
Le Osservazioni possono essere inviate entro il 31 Agosto, se vogliamo cambiare il nostro futuro ognuno deve fare la propria parte.Dal blog di Federico d'Incá

martedì 20 agosto 2013

Don Albino Bizzotto-sciopero della fame

'

COMUNICATO STAMPA

QUARTO GIORNO DI SCIOPERO DELLA FAME PER DON ALBINO BIZZOTTO,

A DIGIUNO PER L’EMERGENZA AMBIENTE IN VENETO

 

 

Giunto al quarto giorno lo sciopero della fame intrapreso da Don Albino Bizzotto il 16 agosto scorso, per l’emergenza ambientale in Veneto.

Stabili le condizioni di salute del sacerdote settantaquattrenne - giornalmente monitorate da un medico - che continua a svolgere le consuete attività quotidiane, presso la sede dell’Associazione Beati i Costruttori di Pace, ma vive e dorme da venerdì scorso in un camper parcheggiato nel cortile dell’Associazione stessa, in via A. da Tempo n. 2 a Padova.

 

Numerosi gli attestati di stima e solidarietà degli amici, dei comitati impegnati nella tutela dell’ambiente, nonché di personalità istituzionali e del mondo religioso, che lo hanno visitato presso la sede, contattato via rete o telefonicamente. Tra di essi rappresentanti del comitato Lasciateci Respirare di Conselve; del comitato Aria Pulita di Bovolenta; Carlo Giacomini dello IUAV di Venezia; Fabio Corazzina, collaboratore di Pax Christi; Patrizio Giulini; Daniela Muraro dei comitati ambientali vicentini; Lucio Passi, portavoce di Legambiente Padova; Luciano Mazzolin per l’Associazione Ambiente Venezia; Carmela Laura Zampieri per la Casa dei Beni Comuni di Monselice; Elio Franzin dell’Associazione Amissi del Piovego; il senatore Dalla Zuanna (Scelta Civica); il senatore Girotto (M5S); il segretario provinciale Lorenzo Feltrin (Rifondazione Comunista Rovigo); Giovanni Marangoni del Coordinamento Cristiani per la Pace; Padre Adriano Sella della Commissione Nuovi Stili di Vita della Diocesi di Padova; Don Antonio Santini; Don Gianfranco Zenatto e Don Giuseppe Mazzocco di Adria.

Presente l’interesse dei media, che con interviste radiofoniche e televisive hanno raccontato le ragioni e gli obiettivi ai quali Don Bizzotto intende dare luce con questa iniziativa (RadioCooperativa, ReteVeneta e Rai 3 Regionale).

 

“Molti hanno accolto il motivo e lo spirito dell’iniziativa, dandone notizia, ma soprattutto desiderando trovare modalità di collegamento tra comitati. C’è un desiderio diffuso di fermare questo sistema delle grandi opere di asfalto e cemento e della finanza di progetto, che indebiteranno per molti anni anche le future generazioni e che sono viziati da una diffusa corruzione; così come i mega-impianti che guardano alla speculazione ma non alla salute e agli interessi delle comunità”.

Don Albino rimane a disposizione per interviste presso il camper parcheggiato presso la sede di Beati i Costruttori di Pace, in via Antonio da Tempo n. 2 a Padova.

 

Per contatti e appuntamenti cell. Don Albino 348.2641230 www.beati.org

La nostra informazione la trovate qui! Nessun quotidiano vi dirá tutto questo


DIFFONDIAMO le informazioni dal Parlamento 5 Stelle

 

Meetup La redazione del giornalino comincia il lavoro di costruzione del PDF "informazioni dal Parlamento 5 Stelle" dal Meeetup ricercando gli interventi più significativi 

Per chi vuole contribuire:http://www.meetup.com/Toscana5Stelle/messages/boards/forum/10114872


A disposizione di tutti varie forme comunicative per diffondere le informazioni sulle attività Parlamentari del MoVimento 5 Stelle al Senato e alla Camera dei Deputati:



Piattaforme web

- la pagina facebook:  https://www.facebook.com/Infoparlamento5stelle?ref=hli

- il profilo twitter : @InfoDalParlam5S - https://twitter.com/InfoDalParlam5S 

 

file da diffondere e/o stampare 

- file PDF, in questo messaggio TUTTE le versioni riunite insieme .. poster affissione, PDF sfogliabile per la rete, PDF scaricabile pronto per la stampa Potete leggerli, stamparli, volantinarli, condividerli ...



NOVITÀ

- Il numero 18 - attività Parlamentare prima settimana di Agosto


http://bit.ly/1984FDS versione PDF 'sfogliabile' e diffondere in rete 

-  http://bit.ly/14cOYpP versione PDF 'classico' da stampare e portare al gazebo, sotto l'ombrellone, da condividere con il vicino di casa ...



-  il profilo twitter : @InfoDalParlam5S - https://twitter.com/InfoDalParlam5S ... diffondete attraverso la rete la #RieVoluzione a 5 Stelle 




NUMERI PRECEDENTI

 

 

la raccolta dei primi 10 numeri

PDF sfoglaibile per la rete:

- PDF per la stampa: http://bit.ly/12rk9l3

 

Poster affissione in formato 70cm x 100cm

n.12: http://bit.ly/12YKyC3

n.11 : http://bit.ly/15NCG8g

n.10: http://bit.ly/11PYAXB


PDF classico da stampare e distribuire

n.17: http://bit.ly/14pDl5P

n.16: http://bit.ly/1aNQdl3

n.15: http://bit.ly/11dxWL0 (speciale Camera, Il decreto del NON fare)

n.14: http://bit.ly/17qdCqF

n.13: http://bit.ly/12uE9De

n.12: http://bit.ly/15mJAEU

n.11: http://bit.ly/11Rv6IP

n.10: http://bit.ly/19eafrw

n.9: http://bit.ly/1bMrQTA

n.8 : http://bit.ly/13MXkpT

n.7 : http://bit.ly/19ElgjD

n.6 : http://bit.ly/18pAJCF

n.5 : http://bit.ly/16m1N8h

n.4 : http://bit.ly/13pzi2r

n.3 : http://bit.ly/12YoCHI

n.2 : http://bit.ly/Y4JQW3

n.1 : http://bit.ly/17pkBAD

n.0 : http://bit.ly/11NbpTh 


PDF in versione sfogliabile per la rete (comunque scaricabile e stampabile)

n.17: http://bit.ly/14pDaYa

n.16: http://bit.ly/14SJJBI 

n.15: http://bit.ly/13Dy33p (speciale Camera, Il decreto del NON fare)

n.14: http://bit.ly/16wYe9F

n.13: http://bit.ly/13VRBBU

n.12: http://bit.ly/17Z0ahK

n.11: http://bit.ly/18jRORg

n.10: http://bit.ly/1c7Ew7C

n.9: http://bit.ly/19KLQJx

n.8: http://bit.ly/19bcRWd

n.7: http://bit.ly/16x85Cm

n.6: http://bit.ly/13RpIak

n.5: http://bit.ly/11QHGGE

n.4: http://bit.ly/1050NTw

n.3: http://bit.ly/11QHx63

n.2: http://bit.ly/18ZRlRK

n.1: http://bit.ly/1bnEHeD

n.0: http://bit.ly/19gj5nI

Informazioni dal Parlamento 5 Stelle 
Diffondiamo la co(no)scienza











lunedì 19 agosto 2013

Questi comici!

Questi comici!!

http://blip.tv/worldadaptive/enrico-brignano-censurato-anche-dal-canale-you-tube-delle-iene-fate-girare-6629127

la Camera dei Deputati non sarà convocata il 20 agosto


http://www.youtube.com/watch?v=w1DSaJeMdn4
ficoboldrini.jpg
"Il Movimento Cinque Stelle non fa nessuna propaganda. Cerca con onestà intellettuale di affermare i fatti per trasferire agli italiani una corretta informazione. Siamo quindi soddisfatti che dalla nota del portavoce di Laura Boldrini riusciamo "finalmente" a ricostruire la realtà dei fatti.
Apprendiamo che la Camera dei Deputati non sarà convocata il 20 agosto, come invece si era fatto credere agli italiani. Solo se ce ne fosse stato bisogno la Camera sarebbe in effetti stata convocata.
La nota conferma inoltre quanto il M5S denuncia da tempo: c'è un'evidente ridotta attività di iniziativa legislativa parlamentare, un conclamato problema a cui è necessario porre in fretta rimedio.
Sono contento che si sia ristabilita la verità e quindi la corretta informazione. Ora sappiamo che la Camera si riunirà il 6 settembre e che il Parlamento deve ritrovare la sua centralità nel sistema dei Poteri dello Stato. Le Camere non fanno le leggi e non hanno lavorato bene, come invece la Presidente Boldrini ha lasciato intendere quando ha augurato a tutti buone vacanze."
Roberto Fico

venerdì 16 agosto 2013

Pomezia taglia i costi delle indennitá

Il sindaco grillino taglia gli stipendi ai dirigenti

15/06/2013 06:01

Le retribuzioni da 60mila euro l’anno scenderanno a 13mila e 500. Malumori e proteste

POMEZIA Taglio alle indennità di posizione per i dirigenti: è stato il primo atto di giunta del sindaco Fabio Fucci del M5S, come lo stesso primo cittadino aveva promesso prima del ballottaggio e durante la campagna elettorale. Fucci è stato chiaro: mettere mano subito agli stipendi dei dirigenti per riportarli in un inquadramento più vicino alla realtà e risparmiare così soldi delle casse comunali che andranno a sopperire alle carenze di fondi per i servizi ai cittadini.

L’obiettivo immediato è risparmiare 200 mila euro. È per il momento un atto di indirizzo che fissa la retribuzione dell’area dirigenti del Comune di Pomezia a 13mila e 500 euro annui a fronte degli oltre 60 mila percepiti finora, riportando le indennità all’interno dei limiti stabiliti dal contratto collettivo nazionale di lavoro e cioè l'articolo 16, che prevede un valore minimo di 11.533,17 euro e un valore massimo di 45.102,87 euro.

«Attraverso questa delibera manteniamo fede agli impegni - ha detto il sindaco Fabio Fucci - La giunta ha deliberato il suo primo atto nell’ottica del contenimento della spesa. È un atto importante che consentirà di risparmiare oltre 200mila euro per l’anno in corso ed oltre 500mila euro annue a partire dal 2014, economie determinanti in un momento di grave crisi come quello che sta attraversando il Comune di Pomezia. È importante sottolineare - ha concluso Fucci - che non si tratta di un provvedimento che mira a colpire l’area dirigenziale dell’Ente, bensì è un atto volto al risanamento delle casse comunali e di conseguenza al bene della città e dei cittadini».

http://www.iltempo.it/roma-capitale/cronaca/2013/06/15/il-sindaco-grillino-taglia-gli-stipendi-ai-dirigenti-1.1148041?localLinksEnabled=falsela

Camera dei deputati convocata per....?

Da Facebook  M5S 


Walter Rizzetto http://it.wikipedia.org/wiki/Walter_Rizzetto
AS-SEDUTE : La Camera dei deputati è convocata per martedì 20 agosto 2013, alle ore 13 per l annuncio della presentazione del decreto-legge n. 93 del 2013....ora capisco tutto, ma: per "l'annuncio della presentazione..." significa che non discuteremo la cosa e non voteremo nulla...spostare più di 600 deputati alla media di euro 150+150 (trasporto aereo-treno in media andata e ritorno) e quindi 300 euro x 630 (ma facciamo un pò meno poichè molti in ferie già programmate) ...riassumendo 300 euro x 400 deputati= 120.000 euro solo per andare e tornare da Roma (non mettiamoci anche vitto, eventuale alloggio,taxi ecc...) e tutto a carico dei contribuenti SOLO per annunciare che ci occuperemo di un provvedimento....quindi si aprirà la seduta che durerà forse 1 ora e poi tutti a casa....se questa non è campagna elettorale allora cos'è?

martedì 13 agosto 2013

Proposte M5S in Parlamento

Istituzione del reddito di cittadinanza, 
esenzione delle microimprese dall’Irap,
 accesso gratuito alla rete per la cittadinanza, 
esenzione dall’IMU per la prima casa,
 non pignorabilità della prima casa o azienda,
 fatturazione elettronica, 
superamento del blocco delle assunzioni nella Pa,
 risorse per la messa in sicurezza degli edifici scolastici,
 affitto di terreni demaniali per uso agricolo, 
abolizione dei contributi pubblici ai partiti,
 impossibilità di candidarsi in Parlamento per più di due mandati, 
abolizione delle provincie.
Queste sono solo alcune delle proposte di legge del M5S nei suoi primi 100 giorni in Parlamento, durante i quali ha lasciato allo Stato 42 milioni di euro di finanziamento pubblico e restituito 1 milione e mezzo di diarie parlamentari. 
Cosa significa tutto ciò? 
È una dichiarazione di assoluta diversità dai partiti: il non rispondere agli interessi di nessuno, ma solo a quelli di tutti. Il non dover obbedire a sponsor palesi o occulti, non sottostare a ricatti, minacce o oscuri accordi, non pensare ai voti o ai soldi o alla carriera, non dover ottemperare a pretese di entità straniere o sovranazionali.
In una parola, libertà. Forse per la prima volta nella storia recente della Repubblica, esistono 157 parlamentari completamente liberi, 157 cittadini liberi di occuparsi solo dell'interesse collettivo.
Questa, pensateci, è davvero una rivoluzione senza precedenti.
MoVimento 5 Stelle Parlamento

lunedì 12 agosto 2013

Alessandro di Battista:dedicato a tutti Voi

ALESSANDRO DI BATTISTA

Questo messaggio lo dedico ai folli, a chi ferma le macchine per dargli un volantino, a chi non si rassegna a dire “signor si'” e tira fuori la testa dalla sabbia, a chi, pur avendo qualche aggancio in Australia resta in Italia perché ai “banditi” non la si può dar vinta. A chi mostra al suocero, su un Ipad, uno dei nostri discorsi in aula, a chi ogni giovedì ci aspetta sotto Montecitorio e organizza un'agora', un'assemblea pubblica in cui si parla di politica. Questo messaggio lo dedico ai cocciuti, a chi pensa che per far crescere bene un figlio occorra insegnarli ad essere bravo, non furbo, a chi fa 20 km indietro per ridare il resto a una cassiera di un supermercato che si e' sbagliata, a chi tutti i lunedì mattina mi manda un sms di carica per la settimana. Questo messaggio lo dedico a chi ha deciso di informarsi in modo alternativo, a quelli che sanno che con gli F35 non ci spegni gli incendi (Boccia, quello del PDL che lavora nel PD la pensa diversamente), a quelli che “coltivano il dubbio” che non si lasciano infinocchiare dalle parole di qualche Sindaco che il Sindaco non fa o da qualche immagine montata ad hoc dai media di regime. A quelli che non si lasciano fregare dalla nauseabonda discussione sull'IMU, ulteriore arma di distrazione di massa usata ad arte mentre l'Italia muore. A quelli che vanno in profondità, che non si accontentano mai, che vogliono sapere. Ai curiosi, perché la curiosità e' l'arma del futuro! Questo messaggio lo dedico ai miei colleghi che non demordono, che non si sono lasciati coinvolgere dal palazzo e dai privilegi che si nascondono dietro l'angolo. Ai miei colleghi che restituiscono centinaia di migliaia di euro che qualche deputato seduto vicino a loro si intasca bellamente (anche qualcuno entrato con il M5S, che dovrebbe avere il pudore di dimettersi) e magari lavora un quinto di quanto lavoriamo noi. Questo messaggio lo dedico a chi, qualche anno fa, ha avuto la lungimiranza di vedere nella rete lo strumento per eliminare gli intermediari, i coyotes come li chiamano in Latino America, perché intermediare e' il modo più subdolo di esercizio del potere. Questo messaggio lo dedico ai disoccupati, a chi ha perso il lavoro per colpa di uno Stano assente che sa solo fare gli interessi degli oligarchi e continua a violentare la collettività. Questo messaggio lo dedico agli operai invitandoli a occupare le fabbriche se i padroni, magari dopo essersi messi in tasca parte dei quattrini della cassaintegrazione, decidono di delocalizzare. Se lo Stato e' tiranno la ribellione e' un dovere! Questo messaggio lo dedico ai giornalisti e ai blogger liberi che rischiano la pelle per mettersi alla ricerca delle più scomode verità. Questo messaggio lo dedico agli attivisti del M5S, eroi moderni, esempi per noi parlamentari, voi che studiate giorno e notte per poter informare chi e' disinformato, voi che nel giro di 5 mesi siete diventati esperti di art. 138 della Costituzione, di Commissione Parlamentari, di mozioni, di compatibilità finanziarie per il reddito di cittadinanza. Voi che vi siete sbattuti, come dite sempre, “per il bene dei vostri figli”. Questo messaggio lo dedico a chi non ci sta, a chi combatte anche se la battaglia e' dura, anche se il sistema e' cosi' incancrenito da spingere il più coraggioso alla fuga, anche se l'alienazione e' cosi' collettiva che perde i contorni e si trasforma in normalità. Questo messaggio lo dedico a chi combatte e lo chiudo con le parole di Brecht: “Ci sono uomini che lottano un giorno e sono bravi, altri che lottano un anno e sono più bravi, ci sono quelli che lottano più anni e sono ancora più bravi, però ci sono quelli che lottano tutta la vita: essi sono gli indispensabili”. 

P.S. Date un'occhiata al video, e' per tutti voi!

http://www.youtube.com/watch?v=vdVp58agrfk&feature=youtu.be
DI ALESSANDRO DI BATTISTA|YOUTUBE.COM

Ente Moscon News

Dopo un lungo periodo di calma, sembra che il vecchio CDA abbia dato un colpo di coda,  indicando al”NUOVO” il percorso da fare. Natur...