martedì 5 marzo 2013

Italia sotto la media Ue per riciclo e compost


La Germania prima della classe ma il nostro Paese ha fatto passi da gigante

Nazioni europee e rifiuti sotto la lente d'ingrandimento dell'Eurostat, l'ufficio di statistica dell'Unione europea. L'Italia produce 535 chili di rifiuti e ne manda in discarica il 49 per cento. Mentre i danesi ne producono quasi 200 chili in più a testa ma ne “buttano” solo il 3 per cento. Nel 2011 nel nostro Paese solo il 34% di immondizia è stata riciclata o trasformata in compost, contro la media europea del 40%.
Senza infamia e senza lode - Ok, non siamo i peggiori, il 49% dell'immondizia ancora conferito in discarica in Italia è poco se confrontato col 99% della Romania. Ma abbiamo molto da imparare dai migliori: Belgio e Germania buttano via solo l'1% degli scarti.

Prima della classe europea nel riciclo si conferma la Germania, che ricicla o trasforma in compost complessivamente il 63% della sua spazzatura. Altre nazioni virtuose l'Austria (62%), i Paesi Bassi (61%) e il Belgio (57%).

Passi avanti - La fotografia scattata da Eurostat rivela come in dieci anni sia stato fatto un balzo in avanti. I dati presentati danno infatti atto di una crescita di 13 punti percentuali sulla media del 27% del 2001. In Italia nel 2011 sono stati prodotti 535 chili di rifiuti pro-capite, di questi 505 sono stati trattati, ma solo il 34% riciclati o trasformati in compost. Il 49% è stato conferito in discarica, il 17% negli inceneritori, il 21% riciclati, e il 13% trasformato in compost.

Quanti rifiuti a testa? - La quantità dei rifiuti municipali generati varia fortemente a seconda degli Stati membri. La Danimarca, con 718 chili pro-capite detiene il primato, seguito da Lussemburgo, Cipro e Irlanda, con volumi che si attestano tra i 600 ed i 700 chili a persona. L'Italia si trova insieme a Germania, Paesi Bassi, Malta, Austria, Spagna, Francia e Regno Unito, con volumi compresi tra i 500 e i 600 chili.

Modalità di smaltimento - Nel 2011 gli stati membri col più alto tasso di rifiuti smaltiti in discarica sono stati Romania (99%), Bulgaria (94%), Malta (92%), Lettonia e Lituania (88%). Il riciclo è stato invece più frequente in Germania, seguita da Irlanda, Belgio e Slovenia. Il più alto ricorso all'inceneritore si è registrato in Danimarca, Svezia, Belgio, Lussemburgo e Olanda. Il primo posto per la trasformazione in compost è, infine, dell'Austria, seguita da Paesi Bassi, Belgio e Lussemburgo.

Nessun commento:

Posta un commento

Stiamo aspettando le tue considerazioni, i tuoi consigli, le tue proposte: scrivici, o vieni ai nostri incontri!

Ente Moscon News

Dopo un lungo periodo di calma, sembra che il vecchio CDA abbia dato un colpo di coda,  indicando al”NUOVO” il percorso da fare. Natur...