mercoledì 27 febbraio 2013

MOZIONI e INTERROGAZIONI

 Abbiamo preparato mozioni,abbiamo fatto interrogazioni,e a distanza di mesi e con soli tre consigli comunali in cui poterli esporre,ci siamo resi conto che non ci e' stata data la possibilità di farlo!







 LE MOZIONI:
in data 12/9/12
MOZIONE CASETTE DELL'ACQUA

 
 in data 15/9/12
MOZIONE NUOVA  GESTIONE RIFIUTI

 in data 2/11/12                                          
MOZIONE PROPOSTA DECORO URBANO

Le Mozioni vanno,per regolamento comunale,lette,discusse e votate durante il consiglio comunale .

LE INTERROGAZIONI:
in data 20/8/12
INTERROGAZIONE DI PUBBLICAZIONE ALLEGATI IN ALBO PRETORIO

in data 19/9/12
INTERROGAZIONE QUANTITA RIFIUTI SOLIDI URBANI PRODOTTI DAL COMUNE DI SAONARA

in data 12/11/12
 INTERROGAZIONE SOLLECITO RISPOSTA AL PROT:7254 del 23/8/12

in data 2/11/12
INTERROGAZIONE PUBBLICAZIONE IN ALBO PRETORIO ONLINE DELLA DELIBERA 57


Stiamo chiedendo risposta scritta,che deve avvenire dopo 30 gg.dalla richiesta.


Comunque fino ad ora non ci è stato possibile presentare questi temi in consiglio comunale,per procedure che non riteniamo corrette.


INTERVISTA: M5S, parla 'guru' economico Gallegati



ANCONA - "Non abbiamo mai detto che vogliamo uscire dall'euro e abbandonare l'Europa, ma le strade sono due: una vera unione politico-monetaria o due Zone Euro, una per la Germania e i paesi più forti, l'altra per i paesi più deboli". La borsa va male, lo spread sale e le cancellerie sono in fibrillazione per l'exploit del Movimento 5 stelle, ma il 'guru' economico di Beppe Grillo, il prof. Mauro Gallegati - una cattedra di Macroeconomia alla Politecnica delle Marche, insegnamenti alla Columbia e a Cambridge, collaboratore del premio Nobel Joseph Stiglitz, e tramite fra lui e il comico genovese - non si scompone affatto. Dal suo studio all'Università di Ancona spiega che su M5S e le ricette economiche del movimento c'é "molta disinformazione", e che certo, anche se dopo il voto la governabilità "appare difficile", entro domani, così ha annunciato Beppe Grillo, M5S farà sapere come si muoverà: "se si riuscisse a fare come in Sicilia, valutando le decisioni volta per volta, sarebbe una buona cosa". Ex consigliere comunale e 'grillino' della prima ora, esperto di welfare policy, una vasta esperienza internazionale, Gallegati lavora già con altri ad una "task force di accompagnamento agli eletti in Parlamento".
Stiglitz, l'ex capo degli economisti della Banca Mondiale, consulente di Clinton, teorico del Bil (il benessere interno lordo) e fustigatore delle misure di austerity dell'Europa a trazione tedesca, un supporter degli indignados di tutto il mondo, sta per dare alle stampe un nuovo libro, "Il peso della disuguaglianza" e un articolo a quattro mani con Gallegati su MicroMega sulla redistribuzione del reddito, in cui è riassunta la filosofia economica che le matricole di Grillo dovrebbero diffondere fra i banchi di Camera e Senato.

INTERVISTA: M5S, parla 'guru' economico Gallegati

ENTE MOSCON: terza puntata


Ormai l'ente Moscon e' commissariato; il tentativo che il Movimento 5 Stelle stava attuando per riconciliare la Chiesa con il Comune non ha avuto il tempo materiale per raggiungere lo scopo.
Possiamo, per il momento, informarvi su quello che abbiamo fatto finora.
in data 06-02-13 il consigliere del M5S Giovanna Mineo ha invitato il sindaco Walter Stefan ed il parroco don Francesco Monetti ad un incontro pubblico (un faccia a faccia) da fare davanti ai cittadini di Saonara per chiarire la loro posizione nella tanto discussa gestione dell'ente Moscon.
La proposta per questo incontro, la cui data era prevista per il 18 o 19 o 20 Febbraio 2013 ha avuto riscontro positivo da parte del Sindaco che ha proposto la data del 26 Febbraio ma non ha trovato la disponibilità  del Parroco che ci ha informato di aver già programmato un suo incontro  con la cittadinanza  il  07-03-13.

Il commissario ora avrà 6 mesi di tempo per verificare la situazione contabile dell'ente, per modificarne lo statuto e nominare il nuovo Consiglio di amministrazione.
Capirete che se le parti in causa non faranno entrambe un piccolo passo indietro per arrivare ad una posizione condivisa al commissario non basteranno 6 mesi, si andrà avanti all'infinito pagando il commissario €.1.500,00 netti  al mese con le risorse dell'ente!!

Noi del M5S non resteremo comunque con le mani in mano e con il vostro aiuto,  senza dubbio, daremo un segnale forte di  sensibilizzazione che non potrà essere ignorato.
Cominceremo con l'incontro del  07 Marzo in patronato a Saonara e continueremo proponendo un'altra serata presso l'auditorium  di Villatora invitando don Francesco, il sindaco Stefan ed  il commissario Annalisa Basso. Se accetteranno tutti, sarà una serata all'insegna del dialogo e della trasparenza  e  chi non parteciperà darà adito inevitabilmente ad interpretazioni tipo “chi e' nel giusto non ha paura di confronti”.
In ogni caso  la serata si farà egualmente e saremmo noi del M5S a fare da relatori spiegando in modo spassionato tutto quello che e' a nostra conoscenza e sopratutto elencando le nostre proposte.
terminiamo ribadendo la frase che deve diventare lo slogan
“CHI NON PARTECIPA OGGI NON AVRÀ IL DIRITTO DI LAMENTARSI DOMANI”.
un caro saluto, 

B.O. M5S Saonara. 


martedì 26 febbraio 2013

ANCORA FRASTORNATI DALL'IMPEGNO CHE CI HA  COINVOLTI IN QUESTE ELEZIONI,VI RINGRAZIAMO PER L'ENNESIMA DIMSTRAZIONE DI FIDUCIA!
SIAMO GIÁ RITORNATI AL LAVORO,SUL NOSTRO TERRITORIO.
Vi aspettiamo con idee ,proposte,collaborazione!


lunedì 25 febbraio 2013

"Chi e Come" è stato organizzato l'evento a Roma

dal blog 

Ultimo post-reportage sull'evento di San Giovanni, altrimenti c'è chi si lagna del troppo spazio dato al M5S (se rivelassi cene con Casapound sarebbe meno noioso, lo so).Però questo mi pare interessante da raccontare, visto che sui giornali difficilmente lo troverete: come è andata l'organizzazione? Me lo sono chiesto mentre ero là, perché mi pareva che tutto filasse bene. Si sono serviti di professionisti? Quanto è costato il tutto? Chi ha lavorato? Chi ha pagato?
Insomma: come se la cava il MoVimento 5 Stelle coi Grandi Eventi? Mi pare un test divertente per misurare le potenzialità di chi andrà in Parlamento. Così ho intervistato uno dei gentili responsabili ed ecco i dati.
Anzitutto, l'evento è stato interamente progettato, organizzato e gestito dal movimento romano, senza usare service o appalti esterni o sponsor. L'organizzazione è stata divisa in quattro macroaree: sicurezza, accoglienza, logistica/finanziamento e palco/video, in tutto 30 persone che hanno coordinato tutto. Cittadini qualsiasi, con qualche competenza specifica ma senza alcuna esperienza in Grandi Eventi. Il lavoro si è svolto al ritmo di 2 riunioni a settimana per circa un mese, e per il resto skype, chat, email e condivisione di documenti via Google Docs.
  L'insieme delle persone che hanno concretamente lavorato raggiunge le 300 unità, tutte su base volontaria, tra cui la stragrande maggioranza dei candidati parlamentari romani. (Futuri senatori con il fratino a controllare le transenne, futuri deputati a servire il caffé). I 300 si sono suddivisi infatti tra servizio di sicurezza, punti ristoro, punti vendita merchandising, costruzione gazebi, persino pulitura della piazza. Nei punti di ristoro si è servita acqua di rubinetto del Comune di Roma, e questo ha contribuito molto a evitare sporcizia da bottigliette di plastica.
Costi, molto spannometrici: 100 mila euro il tutto. 50 mila per palco e service video (megascreen, telecamere e streaming) pagati da Beppe Grillo; i restanti 50 mila, raccolti dalle donazioni volontarie ai banchetti e dalla vendita del merchandising, sono andati fra l'altro in: 15 mila per la nettezza urbana AMA, collegamento ADSL Telecom 2000, 3000 per la fornitura di acqua pubblica, punto di Pronto Soccorso circa 8000. A proposito: si sono verificate 19 emergenze sanitarie ma nessuna di qualche gravità.Ho scoperto anche l'unico intoppo dell'organizzazione, e probabilmente il motivo della ormai epica "cacciata dei giornalisti italiani": l'ufficio stampa è rimasto schiacciato dal superlavoro, considerando che oltre all'evento gli addetti stampa del movimento romano (sempre tutti volontari) stanno assistendo da settimane anche i numerosissimi candidati regionali. Sono stati in grado di fornire accrediti ai giornalisti esteri, che li hanno chiesti con netto anticipo, ma non a quelli italiani affollatisi nelle ultime ore. Come risultato, la sicurezza non aveva le liste di autorizzati ed ha quindi bloccato tutti alle transenne. Vista la tensione del momento, e la non grande simpatia tra M5S e giornalisti, sono volate parole e la situazione è degenerata fino a dover chiamare la forza pubblica.
E' impossibile paragonare questo evento ad altri del genere. Il concertone del Primo maggio, ad esempio, costa circa 1,2 milioni di euro (dei quali 240 mila a carico dei cittadini romani), ma ad esempio deve offrire una qualità audio eccelsa visto che si tratta di musica, e deve pagare il service.
E' possibile però tirare una divertente conclusione: che 30 cittadini qualsiasi, con 270 altri cittadini qualsiasi, sono assolutamente in grado di organizzare un Grande Evento quasi perfetto, a livelli professionali, con una spesa minima. Se pensiamo ai Grandi Eventi di Bertolaso, con tutto il corteo di appalti, subappalti, prenditori, mazzette e soprattutto spreco enorme di soldi pubblici, capiamo che forse la tanto strombazzata "incompetenza al potere" riserva qualche valida freccia al suo arc
dal blogBlogosfere


venerdì 22 febbraio 2013

Adriano Celentano vota Grillo: "Rappresenta il cambiamento"


Ecco l'ufficialità: il cantante voterà per Grillo e per il cambiamento



celentanogrillo.JPG La sua ultima canzone (qui il video) non lasciava spazio a grandi equivoci. Ora, però, l'endorsement di Adriano Celentano per Beppe Grillo è ufficiale. "Mancano solo tre giorni al responso - scrive il cantante in una lettera a Il Fatto quotidiano - e la sorpresa sarà grande: nonostante la partitocrazia si affanni a divulgare che , quand'anche Grillo vincesse, non sarebbe comunque in grado di governare".

"Se è vero che invochiamo il cosiddetto cambiamento - prosegue Celentano -, non abbiamo altra scelta. Dobbiamo votare per lui, pur sapendo che qualche disagio non mancherà proprio a causa della sua inesperienza: Nessuno nasce imparato e il suo movimento imparerà presto".

adriano-celentano-vota-grillo-rappresenta-il-cambiamento.html

I nostri ragazzi del Movimento 5 Stelle

Roberto Berritta spiega le competenze dentro al M5S 

 

E questi politici hanno ancora il coraggio di dire che i ragazzi del Movimento non hanno alcuna competenza........vergognatevi !!!!

lunedì 18 febbraio 2013

Orario aperture ufficio elettorale di Saonara


RISPOSTA UFFICIALE DI MIRA


I giornali locali hanno scritto di tutto...anche i quotidiani nazionali si sono scatenati...non vedevano l'ora di trovare qualcosa per attaccare il Movimento 5 Stelle!
Abbiamo letto la versione dell'avvocato e assessore Agnoletto e  abbiamo visto l'intervista del Sindaco Maniero ma non abbiamo la pretesa di poter fornire risposte a chi ci chiede cosa è successo.
Possiamo solo dire che Il MOVIMENTO 5 STELLE crede che l'efficienza all'interno delle amministrazioni sia fondamentale  per il bene dei cittadini.
La gravidanza in tutta questa vicenda non è e non può essere il motivo delle decisioni prese; non è il nostro modo di portare avanti le idee a 5 Stelle..
Ovviamente facciamo i nostri più cari e sinceri auguri alla futura mamma che sicuramente, ora deve concentrarsi sul prossimo importantissimo impegno di vita!


Video e Forum
Sito comune Mira
Lettera dell'assessore



Forum e video

domenica 17 febbraio 2013

SENZA.....





Beppe Grillo non era presente su Sky per l’intervista in programma questa sera. Niente ritorno in tv dunque .....
 “Ci sono due modi per fare campagna elettorale. Il primo serviti e riveriti nei salotti tv, magari con trasmissioni “cucite addosso”. Noi preferiamo il secondo: nelle piazze, tra la gente. Perché la politica é delle persone. Per questo il 24 e 25 febbraio Votate per Voi MoVimento 5 Stelle. Ci vediamo in Parlamento, sarà un piacere”. Mentre sul suo blog, beppegrillo.it, viene pubblicato il seguente post: “Il MoVimento 5 Stelle è un movimento senza: Senza contributi pubblici. Senza sedi. Senza strutture. Senza giornali. Senza televisioni. Senza candidati pregiudicati. Senza candidati presenti in passato in Parlamento. Senza faccioni civetta presentati come capilista in tutta Italia. Senza compromessi. Senza inciuci. Senza leader. Senza politici di professione. Senza corrotti.Senza tangenti. Senza responsabili regionali, provinciali. Senza capibastone. Senza candidati scelti dalle segreterie dei partiti. Senza candidati con un incarico attuale in Comune o in Regione. Senza alleanze con i partiti. Senza un passato di cui vergognarsi. Senza candidati fuori dalla propria circoscrizione elettorale. Senza ideologie. Senza assicurazioni. Senza banche. Senza respiro. Ma anche senza:fretta”. Per questo vola in alto e sopra. E’ leggero, più leggero di una piuma. Imprendibile come l’aria. E arriverà in Parlamento. Tutti a Roma a Piazza San Giovanni il 22 febbraio. Nulla sarà più come prima. Ps: L’intervista in diretta con SkygT24, prevista per le 20.30 di oggi da Genova, non si farà”.

venerdì 15 febbraio 2013

MEGAIMPIANTI A SAONARA

Qualche settimana fa è stato pubblicato un articolo, sui quotidiani locali, sull'idea di un gruppo di imprenditori lombardi (chi sono?) di costruire un parco acquatico di notevoli dimensioni (150.000 mq) nel territorio di Saonara, precisamente lungo l'asse di via dei Vivai.
Chiunque dotato di buon senso si sarebbe reso conto che qualche centinaio di metri più ad Ovest si trova il Padovaland che si sviluppa su un'area di dimensioni comparabili. Che senso avrebbe quindi creare un ulteriore parco a pochi metri da uno esistente e di dimensioni notevoli? Verrebbe da pensare che 'la cordata' lombarda non abbia speso un granché per fare uno studio di fattibilità serio..eppure si dice pronta a scucire ben 40 milioni di Euro! Hanno, questi imprenditori, valutato la possibilità di rilevare il Padovaland? Che senso avrebbe sennò costruire un parco analogo a pochi metri di distanza? E dove li piazzerebbero i 150.000 mq (superficie maggiore di quella occupata dal Padovaland stesso) a Saonara?
Chiaro che l'ipotesi può risultare affascinante; presto si fa a sventagliare la creazione di nuovi posti di lavoro..ma bisogna capire se, effettivamente, un progetto del genere sia in grado di crearli e che conseguenze opere del genere avrebbero sul territorio di Saonara.
Gli interessi in gioco sono troppo grandi perché sia esclusivamente la giunta comunale ad esprimersi su progetti che, senza dubbio, sono destinati a modificare significativamente l'aspetto ambientale del nostro comune.
Le uniche persone che potranno decidere su interventi di questo tipo sono i cittadini di Saonara che dovranno avere prima tutte le informazioni inerenti all'opera e poi esprimersi sul da farsi.
Il Movimento 5 Stelle di Saonara proporrà in maniera chiara ed univoca, nel caso queste 'ipotesi' dovessero avere un seguito, l'indizione di un referendum confermativo sulle scelte fatte dall'amministrazione comunale prima di renderle esecutive.











DOMENICA 17/2 BANCHETTO A SAONARA

VI ASPETTIAMO!
DOMENICA A SAONARA

AUTOSTRADE D'ACQUA

E LA NOSTRA IDROVIA?

 <<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<





regione.veneto.
Rovigooggi

Inaugurate a Cavanella d’Adige le nuove conche che permetteranno il transito di chiatte di categoria V. L’investimento della Regione Veneto finanziato anche dall’Unione europea è stato di 30 milioni di euro



Cavanella d’Adige (Ve) - Inaugurate oggi, 12 febbraio, le nuove conche di navigazione di Cavanella d’Adige, che fanno diventare europea a tutti gli effetti l’idrovia Fissero, Tartaro, Canal Bianco che collega l’Adriatico con il cuore della pianura padana. Sono state fatte funzionare per il transito di una grossa chiatta di V classe europea che trasportava granaglie, e questa nuova infrastruttura, costata poco meno di 30 milioni di euro, permetterà al Polesine ed in particolar modo Rovigo, di essere al centro della struttura di navigazione interna.
“Infrastrutture come questa – ha spiegato l’assessore alla mobilità Renato Chisso – permettono concretamente di eliminare dalle autostrade circa 6 mila TIR all’anno, che potrebbero facilmente diventare 10 mila se questa forma di trasporto venisse conosciuta. Le conche completano infatti l’unica grande linea di trasporto acqueo interno d’Italia, raddoppiando di fatto la sua capacità in termini di stazza dei mezzi di navigazione e proponendosi come unica concreta alternativa alla strada, integrativa alla ferrovia e complementare al cabotaggio marittimo e alle autostrade del mare, all’interno di una filiera intermodale della quale si è predicato per decenni senza concretare granchè”. 
La conca è un’opera che permette alle imbarcazioni di “attraversare” un incrocio tra due corsi d’acqua che hanno livelli differenti. In questo casa si tratta dell’Adige, il cui livello è determinato da più fattori quali clima e piogge, e il canale Po – Brondolo, che collega la laguna, e dunque i porti di Venezia e di Chioggia e, in un prossimo futuro, il grande scalo off shore per navi giramondo, con il Po ma soprattutto con l’idrovia per Mantova.
Questo giorno era atteso da tempo a Rovigo. I diversi convegni che si sono svolti presso l’interporto di Rovigo avevano evidenziato i blocchi infrastrutturale che spesso impedivano alle imbarcazioni di classi V di poter transitare. Con la sistemazione delle conche di Cavanella d’Adige e l’imminente sistemazione di ponte Canozio a Rovigo rimarrà solamente il ponte ferroviario di Rosolina a limitare il transito delle chiatte.

ORA PUOI TORNARE A VOTARE


domenica 10 febbraio 2013

GETTONI DI PRESENZA







 
Hanno accusato i consiglieri di Mira di tenersi il gettone di presenza:












Beh, davvero interessante, analizziamolo assieme.


Il gettone di presenza: credo che se fai un lavoro fatto bene è giusto che tu venga retribuito. La politica non è volontariato, è impegno, studio e confronto al servizio dei cittadini che ti hanno eletto. Il fatto che la proposta di azzerare il gettone dei consiglieri comunali di Mira sia venuta da un assessore provinciale (oltre che consigliere comunale a Mira, sì doppio incarico) che "prende" 63.869,76 euro l'anno, sfiora il ridicolo. Inoltre pare che questo signore ( 63.869,76 euro l'anno) sia anche poco informato. Infatti, ad esempio, a Chioggia (ho verificato con il diretto interessato) non è stato proposto di azzerare il gettone di presenza ma di riportarlo al minimo di legge (come è quello di Mira). Pure le cifre sembrano essere uscite da una ricevitoria del Lotto.
Qui trovate i dati esatti: 3° trimestre (tre mesi, sempre per qualche giornalista "disattento") , 4° trimestre e la busta relativa all'indennità di una consigliera comunale (stiamo sempre parlando di 3 mesi). Potete ben vedere che ipotizzare 500,00 euro al mese per un consigliere comunale non è solo errato ma anche in malafede.
Poi circa i comuni citati Benevento, Chioggia, Saletto, Civitanova, Castelfranco, Guglionesi, l'assessore provinciale (63.869,76 euro l'anno), ha studiato poco. Purtroppo gli unici 2 comuni in cui il Movimento 5 Stelle ha espresso dei rappresentanti in consiglio comunale sono Chioggia (1) e Civitanova (2).
Riguardo l'argomento parenti i consiglio comunale a Mira vi rimando alla lettura di questo post . Inoltre, almeno a quanto mi risulta (e dovrei essere io il più informato di tutti) non esiste alcun "contratto matrimoniale" tra il sottoscritto e la presidente del consiglio comunale di Mira. Ed essendo sensibile alle istanze di tutti coloro che decidono per vari motivi di non formalizzare la loro situazione di coppia con il matrimonio, recentemente ho fatto questa proposta.
In quanto consigliere di minoranza a Campolongo Maggiore sono sempre interessato a quanto fanno le minoranze in altri comuni, perciò, seguo spesso (on line) i consigli comunali di Mira.
La Vacuità pneumatica delle attività e dei contenuti proposti in consiglio comunale (sempre di Mira) da alcuni gruppi di minoranza (mi riferisco a PDL e PD-L) è ormai diventata un classico, il tipico esempio da non seguire se si vuole far bene il lavoro di consigliere comunale. Mi rendo conto ora della lungimiranza dei cittadini miresi al momento delle elezioni nel scegliere i loro amministratori.
Secondo me sarebbe interessante (per un giornalismo serio), anche, informarsi, per capire se le nuove norme contenute nel regolamento" sulla trasparenza delle cariche elettive e di governo" metteranno in difficoltà alcuni consiglieri di minoranza al momento di dichiarare il proprio reddito e proprietà.
Poi, sarebbe interessante capire quale sia li motivo per cui alcuni assessori della passata amministrazione si aggirano giornalmente negli uffici comunali (sempre di Mira). Si può pensare ci sia la volontà di controllare ed eventualmente evidenziare delle "magagne" dell'amministrazione, ma viene anche da pensare che più che evidenziare si voglia insabbiare "altre magagne" non imputabili a questa amministrazione.
Leggo poi che il consigliere Bonetto si è dimesso, che si giustifica dicendo "che era stufo di fare il soprammobile". Eh, sì, se non vuoi fare il soprammobile bisogna lavorare, studiare e proporre qualcosa di decente. Altrimenti solo il soprammobile puoi fare. In questo caso una riflessione sul proprio operato e specialmente sul proprio impegno nell'attività di consigliere sarebbe stata auspicabile prima di esprimere la prima scusa che passa per la testa.
Infine, leggendo questo articolo, mi sono accorto di un mio errore: avevo sempre pensato che il giornalismo avesse toccato il fondo con la cronaca sportiva. Mi sbagliavo. Con il giornalista (?) autore di questo articolo (Alessandro Abbadir) abbiamo iniziato a scavare.
 
Firmato Sergio Gallo
Attivista Movimento 5 Stelle.
Presunto coniuge della presidente del consiglio comunale di Mira
e, per motivi imperscrutabili, Consigliere comunale a Campolongo Maggiore
P.S.
Un consiglio per la lettura: provate a leggere questo articolo ascoltando, in sottofondo, "Money" dei Pink Floyd.













Volantini Elezioni


giovedì 7 febbraio 2013


INVITO RIVOLTO A GIOVANI E MENO GIOVANI CHE ABBIANO VOGLIA TEMPO E PIACERE DI FARE DEL BUON SANO DIVERTENTE VOLONTARIATO





domenica 3 febbraio 2013

Nessuno deve restare indietro

Nessuno deve restare indietro. L'Italia deve essere, prima di ogni altra cosa, una comunità. In una comunità, tra i valori più importanti vi è il senso di solidarietà. Il cittadino deve essere il centro della politica. La sua stella polare. Va garantita a tutti una vita dignitosa e, se possibile, la felicità. Il primo articolo della nostra Costituzione dovrebbe esprimere il diritto alla felicità. Ognuno vale uno quando contribuisce al benessere comune. Lavoriamo per pagare le tasse. Il nostro tempo, la nostra vita vengono trasformati in capitoli di spesa delle Finanziarie. Ebbene, questi soldi, nostri soldi, devono essere utilizzati cambiando radicalmente le priorità. La salute, la scuola, le pensioni, la protezione sociale, l'ambiente, il recupero del tempo per vivere, queste sono le priorità. Non gli armamenti, le grandi opere pubbliche inutili come la Tav o l'Expo o la Gronda, le missioni di guerra in Afghanistan o i finanziamenti a partiti e giornali, alle banche, le pensioni d'oro. Bisogna riavvolgere il nastro, ritornare a un senso di umanità, con una pensione a 60 anni, con la cancellazione della legge sugli esodati, con il ripristino dei soldi sottratti alla scuola e alla sanità.


I risultati del sondaggio

sabato 2 febbraio 2013

Piano casa

Ci scusiamo ma l' audio dei primi tre minuti è indubbiamente di pessima qualità, ma purtroppo abbiamo avuto dei problemi tecnici con il microfono

Intervista integrale Pizzarotti a Servizio Pubblico

“In risposta all’intervista della trasmissione Servizio Pubblico del 31 gennaio 2013, montata tagliando le risposte in modo da renderle ridicole o incomprensibili, pubblico l’intervista integrale in modo che ognuno possa valutare l’obiettività dell’informazione” Federico Pizzarotti, sindaco di Parma

ACQUA


Sito ufficialeConsiglio di Stato: bollette illegittime dal 2011
 
Lo ripetiamo ancora una volta: abbiamo vinto, non si possono fare profitti sull'acqua. Questa volta a darci ragione è il parere del Consiglio di Stato sulla tariffa: le bollette che i gestori consegnano ai cittadini sono illegittimamente gonfiate e non rispettano la volontà referendaria espressa da 27 milioni di persone.
 
 
L'Autorità per l'Energia Elettrice ed il Gas, incaricata di formulare la nuova tariffa all'indomani del Referendum, aveva infatti chiesto un parere al Consiglio di Stato circa la remunerazione del capitale investito, ovvero il profitto garantito del 7% presente nelle bollette. Il Consiglio di Stato ha risposto confermando quanto precedentemente affermato dalla Corte Costituzionale: dal 21 luglio 2011, data di proclamazione della vittoria referendaria, la remunerazione del capitale investito doveva cessare di essere calcolata in bolletta.
 
Quello che i cittadini hanno pagato è illegittimo e i soggetti gestori non hanno più alibi: devono ricalibrare le bollette. Il Forum Italiano dei movimenti per l'acqua lo dice da più di un anno e lo ha messo in pratica con la campagna di “obbedienza civile”, con cui decine di migliaia di persone in tutta Italia hanno ridotto le proprie bollette per contrastare la violazione democratica.

Oggi, questa sentenza rafforza la necessità di rispettare il referendum del 2011 e delegittima le scelte che hanno guidato l'AEEG nella formulazione della nuova tariffa, emessa un mese fa, in cui “la remunerazione del capitale investito” viene reintrodotta sotto mentite spoglie.Questo nuovo evento non fa che rafforzare le ragioni di chi vuole un servizio idrico ripubblicizzato e fuori dalle logiche di mercato.

La mobilitazione contro la “nuova” tariffa AEEG è già iniziata e andrà avanti fino a che non verrà ritirata nel rispetto della volontà degli italiani, nelle strade, nelle piazze e nei tribunali.Oggi con gioia ribadiamo: si scrive acqua, si legge democrazia.

31/01/2013

venerdì 1 febbraio 2013

È ARRIVATO IL MOMENTO DI FARE!

UN ANTICIPO DI QUELLO CHE CI DIRÁ BEPPE MERCOLEDÌ PROSSIMO A PADOVA ,IN PIAZZA DELLE ERBE.
VIDEO DI 20 MINUTI,TUTTO DA VEDERE,ASCOLTARE!DA BRIVIDI!



Videosorveglianza cimiteri 2014>2018

MEGLIO TARDI CHE MAI, questo detto è sempre valido caro sindaco. Non so se qualcuno si ricorda che il 28 aprile del 2014, oltre 4 anni ...