sabato 8 settembre 2012

FAVIA NON FAVIA



Lo só,

vi aspettate che vi diciamo cosa ne pensiamo del nostro consigliere 5stelle Favia..

E invece vi diciamo solo di fare quello che facciamo noi: leggete tutto quello che potete,se volete sui giornali,tagli e ritagli di notizie già filtrate dai media,oppure su internet,sui Blog,su twitter,dove volete,perfino facebook..

E poi trarrete le vostre conclusioni.!

Se da un lato delude un evento come questo,dall'altro NOI che ci siamo dentro sappiamo che é difficile,molto difficile fidarsi anche dei propri stessi collaboratri,proprio perché nella politica c'é tanto tanto marcio che si fà fatica a respirare aria pulita.

Tutti i cittadini che si sono messi in gioco con il MoVimento5Stelle sono cittadini che per un senso fortemente civico si adoperano a far cambiare le cose,cominciando dal TOGLIERE I SOLDI DALLA POLITICA,facendo che chi si candida a qualchessia carica politica non sia motivata da interessi economici o personali,ma per il BENE  della comunità intera.

Facciamo pulizia!É solo l'inizio

Riportiamo quello che Favia ha critto sulla sua pagina Facebook

Cerchiamo di fare un bel respiro, tutti. 
Ribadisco se ce ne fosse bisogno: le liste dell'm5s, dalle comunali alle regionali, nascono spontaneamente ed in democrazia diretta. I suoi consiglieri agiscono in piena autonomia, con una libertà a disposizione che non ha eguali. Chi è così bravo da poterci dare lezioni? 
Nel mio sfogo del fuori onda, parlando di assenza di democrazia, non attaccavo il Mo
vimento, ma un problema che oggi abbiamo e che presto dovrà risolversi. Ovvero la mancanza di un network nazionale dove poter costruire collettivamente scelte e decisioni, comprese le inibizioni e le attribuzioni del logo. Questa falla concentra tutto in poche mani, seppur buone e fidate, generando una contraddizione che spesso sul territorio ci viene rinfacciata. Non è un problema di sfiducia, è un problema d’efficienza, d’organizzazione e di principio. Basta leggere il nostro non-statuto.

Se di questi ed altri dubbi non ne parlavo in pubblico, è perché, come tanti altri di noi, avevo ed ho fiducia nel superamento di queste criticità, come abbiamo sempre fatto in questi anni, evolvendoci costantemente. E’ stato un grave errore lasciarmi andare ad uno sfogo privato e scomposto, rubato da un cronista di cui mie ero fidato. Capita in famiglia, capita tra amici, capita al lavoro, anche tra persone che si vogliono bene, avere reazioni esagerate in momenti di tensione. Ricordo che a Maggio, mese in cui mi fu fatta l’intervista, il MoVimento 5 Stelle dell’Emilia-Romagna era in ebollizione per l’espulsione di Valentino Tavolazzi di cui io ero un grande amico e che ho visto piangere. I miei rapporti con Gianroberto Casaleggio estremamente critici, anche se la storia è molto lunga. Lo scherzo del destino è che proprio in prima serata mi ero sentito al telefono con lui, per la prima volta chiarendo alcune cose e dopo tanti mesi di chiusura comunicativa e di voci riportate da terzi, che forse hanno scavato ancor più un solco tra noi. Ma oggi è secondario.

A prendermela col giornalista sarei ridicolo. La colpa è mia. Due anni in mezzo agli squali non mi hanno fatto crescere sullo stomaco tutto quel pelo che serve per reggere la pressione che c’è oggi intorno al MoVimento.
In questi anni, dando anima e corpo, credo d’aver portato tanta acqua al mulino del movimento. Ieri ne ho fatta drenare un po’. Non avete idea di quanto questo mi colpisca al cuore.
Tra qualche mese, come ogni semestre, rassegnerò le mie dimissioni e saranno i cittadini dell’Emilia-Romagna tramite votazione, a valutare se respingerle o accettarle.Intervista su OTTO E MEZZO

P.S. è fantascienza ed un’offesa all’intelligenza pensare che un fuori onda, per me così degradante, potesse essere concordato.Video intervista D'AGOSTINOVideo Favia

Nessun commento:

Posta un commento

Stiamo aspettando le tue considerazioni, i tuoi consigli, le tue proposte: scrivici, o vieni ai nostri incontri!

Ente Moscon News

Dopo un lungo periodo di calma, sembra che il vecchio CDA abbia dato un colpo di coda,  indicando al”NUOVO” il percorso da fare. Natur...