venerdì 20 luglio 2012

FIRMIAMO O NON FIRMIAMO?RACCOLTA FIRME...

 Abbiamo dato voce ad una raccolta firme,ma....ad una settimana di distanza ecco che ci tocca frenare l'entusiasmo...


San Giovanni Lupatoto


Negli ultimi giorni molte persone ci chiedono come e dove firmare i "referendum contro la casta". 
La nostra inesperienza ci ha portati a prendere per buona questa richiesta di referendum senza però cercare maggiori informazioni a riguardo...
Ebbene ci siamo sbagliati!
Per questo vorrei chiarire che questi referendum, allo stato attuale delle cose, sono una bufala!
I referendum che circolano, mirati ad abolire gli stipendi d'oro e le prebende dei parlamentari, sono due: uno, del Comitato del Sole, prevede l'abolizione di quasi ogni prerogativa, mentre l'altro, dell'Unione Popolare, in realtà prevede la sola abolizione della diaria ai parlamentari, che è di circa 3000 euro al mese (moltissimo per noi ma poco per loro, rispetto al totale). Questo secondo referendum lascia particolarmente perplessi quando si scopre che i promotori vengono dall'UDC e che il risparmio ottenuto sarebbe di 39 milioni di euro l'anno, a fronte di un costo di 300-400 milioni per svolgere il referendum.
Il motivo per cui questi referendum sono una bufala è presto detto: il referendum abrogativo è regolato da alcuni articoli della legge 352 del 1970. Basta leggerli per scoprire che:

1) non è possibile svolgere un referendum in contemporanea con le elezioni politiche, e se vengono convocate le elezioni politiche le procedure referendarie vengono sospese e rinviate di un anno (art. 34);

2) è vietato depositare le firme di un referendum nell'anno (solare) precedente a quello delle elezioni politiche (art. 31);

3) le firme si potranno eventualmente depositare dal 1 gennaio (art. 32);

4) le firme devono essere depositate entro tre mesi dall'inizio della raccolta (art. 28).

Tutto questo fa sì che le firme raccolte in questo periodo siano nulle e inutilizzabili; il primo giorno possibile per depositare le firme per un referendum è il 1 gennaio 2013, ma in questo caso, per via del punto 4, sarebbero valide soltanto le firme raccolte dopo il 1 ottobre 2012. In tal caso, comunque, il referendum potrebbe svolgersi soltanto nel 2014 o addirittura nel 2015, se le elezioni politiche fossero successive al 1 maggio 2013 (vedi qui). Si fa molto prima a votare alle politiche dell'anno prossimo per i partiti che si impegnano a tagliare gli stipendi!
Ma allora, perché qualcuno si dà la briga di mettere in piedi una campagna del genere, e una volta avvertito del problema (come avvenuto per entrambi i comitati da diversi giorni) continua bellamente la raccolta? Ognuno lo può ipotizzare da solo.
Può benissimo essere semplice ignoranza, leggerezza o cattiva interpretazione della legge. Quando invece la proposta viene da persone con un lungo curriculum di attivismo nei partiti, credo sia più legittimo pensare male. E allora faccio notare che anche per i referendum sono previsti i rimborsi elettorali, e che in caso di successo il comitato referendario incasserebbe milioni di euro a cui nessuno dei due ha dichiarato di voler rinunciare; senza parlare della quantità di apparizioni televisive e della pubblicità ottenuta dai promotori.
Quindi ci scusiamo con tutti quelli che sono stati illusi da questa iniziativa (noi per primi) e ci attiviamo subito per bloccare questa raccolta firme (andando a togliere i moduli anche in comune).
Vi ricordiamo invece che esiste una campagna "sana", partita da Venezia, con comitato promotore alcuni ragazzi del MoVimento 5 Stelle in Veneto per la proposta di legge di iniziativa popolare denominata Zero Privilegi Veneto nella quale si chiede il taglio di stipendi, vitalizi, benefit e privilegi degli amministratori Regionali per norma di legge e non tramite un referendum (che poi dimenticherebbero comunque in un cassetto come quello per l'acqua dell'anno scorso).
Non facciamoci infinocchiare! Su le antenne ragazzi!!I ANDREA NUVOLONI  
del movimento5stelle di san giovanno lupatoto
=======================================================================
Insomma, anche Noi non sappiamo a cosa credere,oppure SI,ma ad una settimana dall'aver promosso nel nostro Blog questa iniziativa,ORA PIU' CHE MAI ASPETTEREMO DI ESSERE IN PARLAMENTO PER POTER METTERE NERO SU' BIANCO.
e' L'unica strada..


Nessun commento:

Posta un commento

Stiamo aspettando le tue considerazioni, i tuoi consigli, le tue proposte: scrivici, o vieni ai nostri incontri!

Videosorveglianza cimiteri 2014>2018

MEGLIO TARDI CHE MAI, questo detto è sempre valido caro sindaco. Non so se qualcuno si ricorda che il 28 aprile del 2014, oltre 4 anni ...