giovedì 28 maggio 2020

Supermercato Ali atto 2°



FINE DEL LOCKDOWN POLITICO
Polemiche sul nuovo Supermercato a Saonara.

Cari concittadini, ci eravamo preposti di non polemizzare durante questo periodo lockdown, ma ora che la morsa si è allentata anche noi del M5S di Saonara abbiamo la nostra da dire su alcune scelte fatte dall'attuale amm.ne comunale anzi più che altro dal Sindaco Walter Stefan.
SUPERMERCATO  ALI'  -  MAGADIS   -  AREA B45.
Prima di esprimere i nostri pareri su questi tre argomenti, facciamo un'introduzione per poi ricollegarci a quanto dichiareremo.
Dobbiamo ricordarvi che tutto parte dal PAT approvato nel 2013 ( NOI CONTRARI), con tante freccette di espansione edilizia in tutte le direzioni.
Le forze politiche di opposizione che allora superavano il  70%   con la collaborazione di Legambiente, prepararono centinaia di "osservazioni", ma il sindaco e la maggioranza bocciarono tutto senza neppure permetterne la discussione  in consiglio comunale.
Questo per farvi capire che la vocazione del primo cittadino era quella di fare cassa con gli oneri di urbanizzazione per poi restare nella storia come “sindaco del costruire”.
Una delle prime delibere approvate dalla amministrazione Stefan fu’ quella che portò poi al primo supermercato Ali’. E ora partirà il secondo.

-IL secondo Supermarket ALI' nel nostro territorio sembra sia indispensabile per Saonara, certamente sarà un valore aggiunto per i costruttori, e anche una parte di cittadini sono già contenti della sua realizzazione; certamente nemmeno noi siamo del tutto contrari ma.... si poteva fare in zona COVISA, sfruttando i capannoni Sgaravatti che sono un bene da recuperare e si sarebbero prestati bene per questo genere di servizio commerciale, avrebbero  reso  il centro del paese più bello sistemando una zona in via di degrado. Invece è stato scelta un’area agricola che verrà cementificata( pur seguendo le normative) a ridosso di Strada dei Vivai creando un peggioramento del traffico nelle ore di punta.
Il traffico sarà imbottigliato allo svincolo e così i pendolari passeranno per via Morosini  e poi via Roma, quindi....,  qui non si è pensato al bene dei cittadini ma agli interessi dei proprietari di un supermercato che servira’ tutto il bacino in transito per strada dei Vivai, altro che supermercato di quartiere!
 Per questo motivo anche il M5S Saonara ha votato sempre contro alle deliberazioni riguardanti il supermercato .
Inoltre prepariamoci ad altre opere importanti ed impattanti che riguarderanno il territorio di Saonara:
-MAGADIS ... immaginate quando sarà completato, con centinaia di autovetture che al mattino per andare al lavoro si immetteranno in via XX Settembre. Chi vi abiterà dovrà alzarsi un'ora prima per raggiungere il posto di lavoro, la scuola in città, vanificando l'idea  di benessere che dovrebbe darel’acquistare casa in periferia della città. Sarà un nuovo nucleo abitativo non compensato da adeguata viabilità per non parlare dei servizi che già scarseggiano a Saonara ( autobus in primis ). Ma forse chi ci legge non sà esattamente di cosa si tratta ed essendo da solo un argomento molto vasto, cercheremo di illustrarlo in un post dedicato.
-L'ULTIMA CHICCA  FRESCA FRESCA della settimana scorsa, in c.c. è stato approvato con il nostro disappunto un progetto di coordinamento urbanistico ora chiamato AREA B45, in parole povere due stralci per nuovi insediamenti commerciali,uffici e abitazioni in via Mazzini, all'incrocio della rotonda della strada dei vivai. Si parla di una superfice di mq. 11.227  con possibilità di edificare circa 6.736 mc.,  con  160 posti auto di cuiuna parte interrati.Ancora cemento ed incremento di traffico in un area già congestionata!

NON vogliamo pensare a come peggiorerà la viabilità sommando il tutto e senza contare le nuove costruzioni che avanzano a macchia d'olio nella zona scuole di Saonara ed agli effetti del "piano casa a tempo indeterminato" del governatore Zaia ( o della regione veneto).
 Tutto questo mentre la popolazione nel veneto non cresce da ormai un decennio anzi è in leggero calo, e la nostra regione ha consumato quasi mille ettari di suolo agricolo nel solo anno 2018 (per farsi un'idea di 1400 campi di calcio). L'incremento maggiore a livello nazionale!
 
Magari tra poco qualcuno si lamenterà perchè l'aria è quasi irrespirabile, perchè non riuscirà ad andare al lavoro puntuale, magari vorrà delle barriere protettive per l'inquinamento acustico,  MAGARI  PENSARCI UN PO' PRIMA NO???

IL PAESE IN CUI VIVIAMO E' ANCHE NOSTRO, non lasciamo agli altri scegliere per noi.
M5S Saonara

giovedì 30 aprile 2020

M5S “Inappropriate le parole del sindaco Stefan

Comunicato Stampa di Omero Badon e Marzollo Marcella del gruppo M5SSaonara

 Da mesi il Governo si trova ad affrontare una pandemia globale e a dover continuamente, in base all’evolversi della stessa, adottare misure che siano in grado e di garantire la salute dei cittadini e di evitare il più possibile una crisi economica irreparabile.
L’emergenza Coronavirus ha visto quindi il conseguente varo di numerosi decreti contingenti al momento e le Regioni, purtroppo, non sempre hanno agito in uniformità e coordinazione nell’emanazione di ulteriori misure restrittive.

Il Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli Enti Locali” spiega il deputato Raduzzi del MoVimento 5 Stelle “parla chiaro: il sindaco, quale ufficiale del Governo, deve sovraintendere all’emanazione degli atti che gli sono attribuiti dalle leggi e dai regolamenti in materia di ordine e di pubblica sicurezza pubblica. Queste attività non possono prescindere dalla conoscenza dei decreti statali e dal dovere di informare la cittadinanza che rappresenta. Quanto comunicato dal sindaco è totalmente inappropriato”. “Un Sindaco che dichiara per iscritto” commenta la Consigliera Comunale del MoVimento 5 Stelle, Marcella Marzollo “attraverso i social che non pubblicherà più nessun decreto/ordinanza (“Non pubblicherò più nulla”) relative al contrasto della pandemia in corso, evidenzia una chiara inadeguatezza nel comprendere i decreti e le ordinanze e nel dare indicazioni alla cittadinanza”. “Il Sindaco rappresenta tutti i cittadini” continua la Consigliera pentastellata “e quando è stato eletto ha prestato giuramento davanti al Consiglio Comunale di osservare lealmente la Costituzione italiana che è chiara nel recitare che i cittadini, cui sono affidate funzioni pubbliche, hanno il dovere di adempiere con disciplina e onore all’osservanza delle leggi e della Costituzione stessa.” “E’ un momento difficile che richiede nervi saldi e un sindaco non può sfogare il suo disagio sui cittadini e lasciarli nell’autonomia di dover reperire le informazioni e darne una personale interpretazione, è da irresponsabili”. “Se Stefan non se la sente di assumersi questo onere” conclude la consigliera Marzollo, “che rifletta seriamente se dopo anni di politica non sia il caso di “andare in pensione. Nei momenti difficili si ha bisogno di un punto di riferimento, di rassicurazioni e non di sentirsi dire “arrangiatevi e non chiedetemi nulla. Si stanno chiedendo a tutti i cittadini, in nome della tutela della salute, sacrifici e rispetto delle regole; è vergognoso l’invito fatto dal Sindaco a rivolgersi ad altri interlocutori per avere le risposte che ha il dovere di dare nello svolgimento delle funzioni per le quali è stato eletto”.
sotto il comunicato del sindaco Stefan





martedì 3 marzo 2020

MOZIONE FERMATA BUS N.7

IN DATA 14/01/2020, su segnalazione di cittadini di Saonara, abbiamo fatto pervenire all'amministrazione la richiesta di spostare la fermata del BUS n.7 di Strada dei Vivai ( di fronte al Garden Bordin)  per la mancanza di attraversamento pedonale in quel punto della strada provinciale . Le segnalazioni che abbiamo ricevuto sono legate al fatto che gli utenti del BUS n.7 attraversano la strada nel punto stesso della fermata, molto prima della rotonda ( andando verso sud) e col rischio che ne puo' conseguire visto il traffico intenso di questa arteria.
Inoltre spostando la fermata subito dopo la rotonda le strisce pedonali per l'attraversamento sono già esistenti.

In giallo la fermata da mettere in sicurezza e il percorso di attraversamento a rischio dei pedoni stessi
I rosso la zona della nuova fermata

Visto i nuovi lavori per la pista ciclabile e pedonale in essere, sappiamo che l'amministrazione ha già preso in considerazione la nostra proposta e la metterà in atto anche se è mancata l'occasione di approvare in consiglio comunale la nostra mozione, che verrà comunque portata al primo c.c. possibile.



sabato 29 febbraio 2020

Moratoria tasse

Cari concittadini del comune di Saonara, 
in questo momento di indubbia difficoltà vorremmo lasciare da parte la politica by-partisan e sentiamo il dovere civico di lavorare tutti assieme per un' unico obiettivo, quello di essere vicini ai nostri concittadini e collaborare per superare questa pandemia con tutti i mezzi utili che l'Amministrazione Comumale ha a disposizione.
Apprezziamo comunque la proposta di moratoria presentata dai ns. colleghi dell'opposizione, tema a cui avevamo pensato ma, considerato che la richiesta di moratoria riguarda principlamente imposte come l'IMU la cui scadenza è decisa dal Governo nazionale, noi stiamo facendo pressione ai nostri parlamentari  perchè questo argomento venga portato in disussione e approvato il più presto possibile, e siamo fiduciosi perchè finora secondo noi hanno lavorarato bene  mettendo in primo piano il bene dei cittadini .
Per quanto riguarda la tassa sui rifiuti( la prima rata sarebbe a giugno), siamo certi  che alla prima convocazione dei capigruppo  verrà presa una decisione in comune accordo e che la scadenza sarà spostata più tardi possibile rispettando però le esigenze di bilancio.
Come abbiamo sempre detto e come abbiamo dimostrato in questi anni quando ci sono proposte (presentate da qualsiasi gruppo politico) che possono portare sollievo e agevolazione ai cittadini noi siamo sempre e comunque favorevoli.


Cari concittadini stiamo vivendo tutti un momento difficile, nuovo e imprevedibile, solo restando uniti lavorando assieme e facendo ognuno la propria parte, mettendo a disposizione di tutti le proprie competenze e capacità, senza se e senza ma senza sventolare bandiere o colori, solo così riusciremo a superare e speriamo vincere questo nemico comune.
Per questo vi diciamo anche noi #STIAMOACASA.


M5SSaonara

martedì 22 ottobre 2019

Fondo Indennizzo Risparmiatori

  PADOVA c/o Fornace Carotta, verrà presentato il FONDO INDENNIZZO RISPARMIATORI.
Cosa è e come accedervi ve lo spiegheranno Alessio Villarosa, sottosegretario del Ministero dell'economia; Raphael Raduzzi e Alvise Maniero deputati membri della commissione di inchiesta banche.
Sarà presente anche il rappresentante dell'Adusbef, l'avv. Paolo Polato.
Non mancate!!!

sabato 27 luglio 2019

Mozione " più alberi a Saonara " BOCCIATA


 L'INSOLITA  SAONARA


Mentre molte Nazioni,Città, comuni  si stanno muovendo concretamente per combattere ed attenuare l'emissione di polveri inquinanti di tutti i tipi, anche con  la  piantumazione di piante mangiasmog  che si prestano  ad assorbire una gran parte di PM10, il consiglio comunale di Saonara , maggioranza e minoranza presenti,  vota contro alla mozione presentata dal M5S che chiedeva la possibilità di piantumare nuove piante mangiasmog.
 Sorvoliamo sulla motivazione del sindaco che non si potevano piantare piante grandi, ma sinceramente siamo rimasti sconcertati e mai avremo pensato che l'ottusità arrivasse ad un livello così alto, persino i consiglieri all'opposizione hanno votato contro, in cuor nostro spero si tratti solo di avversità al M5S , perchè altre spiegazioni non riusciamo a pensarle.
Lo sappiamo che diamo fastidio alla vecchia politica, però in un paese piccolo come Saonara si dovrebbe lavorare per i cittadini, il colore politico non dovrebbe essere di ostacolo.
Chiediamo cortesemente a chi legge queste poche righe di riflettere e pensare che di questo passo non arriveremo molto lontano, i media quotidianamente ci informano dei disastri ambientali che stanno imperversando nel nostro pianeta per effetto del surriscaldamento globale e come molte gocce riempiono il mare, anche noi nel nostro piccolo possiamo fare qualcosa, per esempio piantando un'albero.                                           






 DI SEGUITO LE MOTIVAZIONI DEL SNDACO:

Sindaco STEFAN
Anticipo il nostro orientamento, l’orientamento della maggioranza che è negativo all’approvazione di questa mozione. Non certo perché siamo carenti di sensibilità ambientale, anzi credo che abbiamo dimostrato in questi anni di avere un’attenzione particolare proprio per l’ambiente e per il verde, ma perché ci lascia perplessi sia la parte del deliberato in cui si fanno delle proposte, a nostro giudizio irrealizzabili, e sia anche la parte delle premesse dove mi passi il termine – anch’io ho letto questo documento della Fondazione Think – Tank!, però parliamo di stime, non certo di una valenza scientifica nel certificare decessi dovuti alle cause che lei ha annunciato. Parliamo di stime, ripeto, anche perché mi riesce davvero difficile, in assenza di un approfondimento scientifico, verificare di che tipo di PM uno è deceduto. Io vedo la dottoressa Bado che sorride, ma mi pare che, per accertare questo, ci voglia un approfondimento diagnostico di altra natura. Ma comunque di questi aspetti ne risponde il MoVimento 5 Stelle.
Pare un po’ strano poi partire da Berlino passando per Londra, dimenticando Parigi tra l’altro, e arrivare a Saonara. Io credo, con tutto il rispetto, che sia un azzardo nel senso che la nostra è una

realtà territoriale di un piccolo comune a ridosso di una città, nella cintura urbana di una città che è vero ha questa caratteristica economica di avere una presenza notevole di aziende vivaistiche, ma proprio per questo ci sembra assurdo quanto proposto nel senso che si propongono delle barriere verdi lungo la strada dei Vivai che là, dove è libera da abitazioni e attività, permette proprio di vedere la coltivazione dei vivai. Così come pensare di realizzare in comune di Padova, tra l’altro che non è il nostro comune, su aree che sono probabilmente di proprietà o nella disponibilità della Società Autostrade lungo l’autostrada Padova-Bologna ci sembra veramente di difficile, se non impossibile realizzazione. A meno che il ministro Toninelli non interceda per noi. Dalle notizie che noi avevamo è che nel piano di Autostrade, non ricordo adesso l’annualità precisa, ma era prevista una serie di barriere antirumore lungo proprio l’autostrada Padova-Bologna in corrispondenza del nostro abitato. Quindi per queste ragioni e non certo perché ci manca una sensibilità ambientale, ritenendo questa proposta assolutamente inattuabile, noi votiamo contro.
Ci sono altri interventi? Consigliere Dian.
Consigliere DIAN
Il tema è molto delicato, la questione dell’inquinamento è un tema molto delicato; per quello che conosco io, per quello che ho potuto vedere il tema del verde, delle piantumazioni delle piante, tutto quello che riguarda di fatto le biomasse è un tema che riduce sicuramente l’inquinamento ma la parte relativa all’anidride carbonica CO2, ma per quanto riguarda la questione delle polveri è una cosa che non sono in grado di affermare che questo lavoro lo possa fare. Se ci devono essere delle risorse in termini di polveri sottili, io credo sia molto più interessante metterle sul lavaggio delle strade e il lavaggio di marciapiedi dove la polvere si deposita e dove, quando tira il vento o il prossimo protocollo da fare con chi fa la gestione della raccolta e dello spazzamento dei rifiuti invece che usare dei soffianti per buttare in giro e raccogliere lo sporco, invece di usare le soffianti che sono quelle che mandano in sospensione tutte le polveri sottili, di lavare le strade più di qualche volta ed eliminare le polveri. Probabilmente molte più piante, c’è molta più superficie libera quindi la polvere si deposita sulle foglie, però non è detto che dopo delle foglie ritorni ancora. È un aumento di superficie dove le polveri si possono depositare, ma piante che mangiano la polvere io non... però è una mia ignoranza personale. Se ci sono delle risorse, ripeto, facciamolo in maniera molto più pratica, laviamo le strade, puliamo le polveri sottili dalle strade e dai marciapiedi.
Sindaco STEFAN
Consigliere Badon, prego.
Consigliere BADON
Visto che qualcosa riusciamo a prendere spunto dal Comune di Padova, posso leggere una nota di Chiara Galliani che è assessore. «Piano di gestione degli alberi. Per la prima volta il Comune di Padova si dota di un piano di gestione degli alberi»...
Sindaco STEFAN
Ha fatto la domanda e si è dato anche la risposta. Prego, continui.
Consigliere BADON
«Si dota di un piano di gestione degli alberi nel lungo periodo. Il piano è in bozza per avviare un confronto con gli altri settori»... Non leggo tutto, comunque stanno facendo qualcosa.
Mi stupisce che tutto il Consiglio voti contro una cosa del genere. Non dico di prenderlo alla lettera punto per punto, ma neanche bocciarlo a priori. Ogni telegiornale che noi guardiamo, trasmissione televisiva abbiamo i problemi oltre che dell’inquinamento, del buco nell’ozono e via discorrendo, l’innalzamento della temperatura e noi siamo sempre gli ultimi che cominciamo a fare qualcosa. Cominciamo a fare qualcosina. Non dico mettere alberi dappertutto, però neanche bocciare a priori un’iniziativa del genere. Resto veramente basito di fronte a una scelta del genere.
Atto prodotto da sistema informativo automatizzato (L 82/2005 e s.m.i)


Mi rivolgo a voi perché avrete un po’ di coscienza verso il paese, verso la comunità. Non solo Saonara. Cominciamo anche noi a fare qualcosa. Aspettiamo sempre gli altri? Tanto buttiamo di là, buttiamo le immondizie di là. Facciamo sempre che noi siamo i più belli, tanto mal comune mezzo gaudio. Vorrei una volta sentire qualcosa. Siamo attenti alle costruzioni, il cemento, bello, ristrutturiamo, però stiamo rovinando il pianeta. Mi piacerebbe cominciare a fare qualcosa, che il nostro Comune facesse qualcosa.
Sindaco STEFAN
Abbiamo capito, consigliere.
Consigliere BADON
Mi sembra di no, perché sei un po’ sordo con le orecchie.
Sindaco STEFAN
Consigliere, abbiamo delle opinioni diverse e questo non ci deve meravigliare. Noi siamo per le cose concrete, non per le cose campate in aria. Per esempio per le polveri sottili sicuramente incrementare le macchine elettriche servirà molto; diminuire i diesel favorendo le auto elettriche o ibride servirà molto. Nel nostro piccolo caso, per quello che possiamo fare, questa Amministrazione – l’abbiamo detto in sede di bilancio triennale – ha intenzione di realizzare un grande parco urbano al centro del territorio. Parlo di parco, non di giardino. Dove in quel posto sicuramente verranno collocate tutta una serie di piante, anche di alto fusto, ma non già di alto fusto perché qua qualcuno vuole le piante di alto fusto appena piantate e bisognerebbe lasciar fare alla natura il suo percorso, anche perché prendere una pianta, magari in un vivaio correggimi Michela, se sbaglio di alto fusto vuol dire cepparla e quindi non ha l’apparato radicale, piazzarla e al primo colpo di vento casca in testa a qualcuno e poi si grida al disastro. Le piante vanno piantate seguendo un certo criterio e quello che faremo è soprattutto piantare piante autoctone.
Sul discorso delle piante mangia-smog ho visto un servizio in televisione della Coldiretti, che hanno fatto in una manifestazione proprio di recente una dimostrazione piccola di queste piante. Verificheremo. Non vorrei che fosse un’altra furbata commerciale. Del resto quello che diceva prima il consigliere Dian, tutte le piante ci consentono di risparmiare anidride carbonica. Ma su questa materia in generale questa Amministrazione, almeno parlo per i sette anni che siamo qua, credo che abbia dimostrato di avere una sensibilità particolare. Si pensi ad esempio all’idrovia: anche di recente abbiamo piantumato delle piante qui in via Ugo Foscolo, tra l’altro delle piante ad alto fusto. Quindi io non credo che dobbiamo prendere lezioni sotto questo aspetto. Abbiamo delle opinioni diverse solo sulla parte realizzativa. Siepi lungo la strada dei Vivai non ne mettiamo, perché vuol dire oscurare proprio la presenza delle aziende vivaistiche del territorio.
Ci sono altri interventi? Se non ci sono altri interventi, mettiamo in votazione il punto 8 dell’ordine del giorno.

La votazione è aperta. Presenti
Favorevoli
Contrari

Astenuti
14
02 (Badon O., Marzollo) 12
00


Il Consiglio non approva.
Passiamo all’ultimo punto dell’ordine del giorno.

Supermercato Ali atto 2°

FINE DEL LOCKDOWN POLITICO Polemiche sul nuovo Supermercato a Saonara. Cari concittadini, ci eravamo preposti di non polemizzare...